Grissin Bon, è l'esame della verità Il derby contro l'imbattuta capolista Virtus Bologna ci dirà qual è il reale valore della compagine biancorossa me quella biancorossa, è un passaggio che può realmente dare sostanza e consistenza alla fuga bolognese. I bolognesi, in ogni caso, dovrebbero essere al completo: Weems è rientrato dagli Sa- li fuoriclasse serbo della Virtus Milos Teodosio: è il giocatore che cambia volto alla squadra bolognese e che può fare la differenza in ogni momento del match di Daniele Barili! «Una vita senza esami - diceva Socrate - non vale la pena di essere vissuta». Forse è proprio per questo che, oggi alle 17 (diretta Tv su Eurosport2 e Eurosport Player), dentro al PalaBigi non ci sarà posto neppure per uno spillo. Perché il 49° derby della via Emilia, che metterà di fronte la Pallacanestro Reggiana e la Virtus Bologna (il bilancio, per ora, parla di 33 successi ospiti e 15 reggiani), porta con se le stimmate dell'esame di maturità. E un po' tutti hanno voglia di vederlo, assaporarlo e viverlo fino all'ultimo secondo. E' un esame importantissimo per la Grissin Bon perché dopo 4 successi consecutivi i biancorossi potranno dimostrare le loro reali capacità e qualità contro la capolista del campionato. Consapevoli del fatto che, in caso di successo, la compagine reggiana si ritroverebbe a due punti dalla vetta, risultato sicuramente impensabile a settembre. Al contempo è un esame importante anche per la Virtus di Djord-jevic, capolista solitaria in campionato e capace, fino ad oggi, di inanellare 10 vittorie in 11 partite tra Serie A ed Eurocup. Quello in via Guasco, però, contro una squadra in salute e in fiducia co- si PUÒ FARE I reggiani hanno le qualità per spuntarla La rabbia di Fontecchio può essere decisiva ti Uniti mentre Cournooh, inseguito dalla Grissin Bon un paio di estati fa, sta recuperando dall'infortunio subito ed è in ballottaggio con l'oriundo Delia In realtà, fino ad oggi, la Virtus che abbiamo visto sul parquet ha dimostrato di avere due volti e due anime. Perché quando in campo c'è un fuoriclasse come Milos Teodosic (18,5 punti di media a partita giocando, in pratica, su una gamba sola) si vede una squadra in grado di lottare per qualsiasi traguardo. Lo straordinario play serbo, che spesso gioca da guardia a fianco di Marko-vic (7 assist di media ad incontro, tanto fosforo e la capacità di segnare canestri chirurgici), non è ancora al meglio della condizione e si vede che fisicamente sta faticando. Ma i suoi lampi di genio e talento accecano tutti gli avversari. Al contrario quando Teodosic deve stare ai box ed incitare i compagni dalla panchina la Virtus è una squadra sicuramente abbordabile e che si duo mettere in difficoltà, reggendo il confronto fisico e cercando di pareggiare l'intensità agonistica. Proprio quello che dovrà fare la formazione di coach Buscaglia oggi pomeriggio. Contando, magari, anche sulla rabbia di Fontecchio, corteggiato e ripudiato in estate da Bologna. La Grissin Bon, dal nostro punto di vista, ha le armi per mettere in difficoltà la Virtus. Non a caso, in- fatti, stiamo parlando delle due squadre che hanno il 2° e 3° miglior attacco del campionato, a dimostrazione che su entrambi i fronti c'è talento diffuso e tante bocche da fuoco. La Virtus ha, probabilmente, più chili, più centimetri e più muscoli. Per questo bisognerà avere la forza di sacrificarsi e aiutarsi in difesa. E bisognerà avere un pizzico di cuore in più nelle battaglie all'interno delle aree colorate dove Bologna può contare su un giocatore tosto come Hunter che ha una media di 14,2 punti ad incontro. Se Reggio, che sarà sostenuta dall'intero palasport e sta riaccendendo entusiasmi sopiti, riuscirà a trovare queste qualità nella propria anima, allora può davvero centrare l'impresa e infliggere la prima sconfitta in campionato ai bianconeri. In caso contrario, è ovvio, la partita diventerà una difficilissima corsa tutta in salita. Vada come vada, questa sera alle 19 avremo le idee più chiare sulla Grissin Bon. E cominceremo a capire fin dove possiamo alzare l'asticella dei nostri sogni. E quali esami possiamo realmente pensare di affrontare e superare. UNA COPPIA TERRIBILE I grande pericoli arrivano dal fenomenale Teodosio e da Markovic SUMMIT IN QUESTURA Rafforzata la vigilanza Forze dell'ordine mobilitate per il derby tra Grissin Bon e Virtus Bologna. La questura ha previsto il rafforzamento dei servizi di vigilanza ad ampio raggio. In via Dante prevedono l'arrivo di almeno 400 supporter bianconeri (tra cui 200 ultras). Ieri mattina summit del gruppo operativo. Fianco a fianco lavoreranno per garantire la sicurezza poliziotti, carabinieri e vigili urbani. Le pattuglie saranno utilizzate per monitorare l'arrivo in città e l'afflusso al PalaBigi della tifoseria ospite. Così in campo GRISSIN BON REGGIO EMILIA SEGAFREDO BOLOGNA ARBITRI Lorenzo Baldini Christian Borgo Mauro Belfiore ¦ Panchina GRISSIN BON PalaBigi Reggio Emilia ore 17 AH. Maurizio Buscaglia 5 Pardon 7 Candì 8 Poeta 9 Vojvoda 10 Infante 33 Cipolla 35 Diouf Panchina SEGAFREDO AH. Aleksandar Djordjevic 1 Deri 6 Pajola 8 Baldi Rossi 16 Deìia..... 35 Nikolic 42 Hunter 44 Teodosio David Vojvoda (a sinistra) e Leo Candi ieri allo 'stoRe' hanno fatto da testimonial alle Fan T-Shirt personalizzate. Qui sono assieme a un gruppo di piccoli tifosi