Brescia espugna il PalaDozza L'ex Aradori non basta ai bolognesi e la Germani li aggancia in classifica FORTITUDO BOLOGNA GERMANI BRESCIA 20-20,36-40,56-64 BOLOGNA: Leunen 8, Robertson 11, Aradori 22, Mancinelli 11, Stipcevic 6, Fantinelli 3, Dello-sto ne, Franco ne, Sims5, Cinciarini 6, Daniel 2. Ali: Martino. BRESCIA: Lansdowne 18, Abass 13, Zerini 5, Vitali 5, Horton 14, Warner 2, Guariglia ne, Veronesi ne, Sacchetti 4, Laquintana 15, Moss 4, Cain 8. Ali: Esposito. Arbitri: Mazzoni, Bongiorni e Brindisi. Note Tiri da 2: Bologna 6/32, Brescia 22/41. Tiri da 3: Bologna 11/30, Brescia 11/21. Liberi: Bologna 9/15, Brescia 11/13. Rimbalzi: 37-38 (8 Horton). Palle perse: 11-8. Assist: 12-17 (7 Vitali). Valutazione: 80-106 (23 Horton). BOLOGNA Successo colmo di significati per la Germani Brescia che dopo i ko con Trieste e Virtus espugna il PalaDozza di Bologna e aggancia la Fortitudo in classifica. Una gara tesissima, di altissimo livello, a conferma del lavoro e delle ambizioni dei due club. Fortitudo che si affida all'immancabile uomo più atteso della sfida, Pietro Aradori, faro e soluzione per coach Martino nel mascherare i tanti dubbi dei compagni. Un "one man show" che si scontra con il collettivo del Cidneo, con Abass linea di continuità sui 40' e La-quintana scheggia impazzita, abile anche in difesa su Stipcevic. Robertson è tuttavia spina nel fianco, con due triple che valgono il -4 a sette minuti dalla sirena e la sensazione di un'immancabi- le punto a punto finale. Invece Horton risponde dall'arco al nuovo abbrivio di Sims, e Lansdowne piazza le due giocate che spaccano la partita per un nuovo vantaggio in doppia cifra. Una vittoria che allontana i tanti fantasmi delle ultime uscite, restituendo a Esposito l'ottima vena realiz-zativa di Lansdowne e la proverbiale tenuta nel pitturato di Cain e Horton. Unico neo l'ennesima prestazione scialba dell'oggetto misterioso Angelo Warner. Leonessa Brescia attesa dalla maxi trasferta di Kazan, dove mercoledì alle 17.30 italiane sarà sfiderà la corazzata Unics in EuroCup, già sconfitta al PalaLeonessa nella gara di esordio. Alessandro Luigi Maggi © RIPRODUZIONE RISERVATA