BASKET / DERBY A SENSO UNICO AL FORUM Milano fa la voce grossa a una piccola Varese Varese si schianta contro la corazzata Milano (93-69). Partita senza storia nel derby numero 179, con l'Openjobmetis sotto sin da subito. La difesa di casa spegne la luce a Mayo e la squadra di Caja non vede mai il canestro dal perimetro. Eloquente la differenza nelle percentuali dall'arco (14/27 da 3 contro l'8/37 degli ospiti) Sciascia alle pag. 30-31 Derby senza storia Varese schiacciata L'OJM non regge l'urto della corazzata Milano NOSTRO SERVIZIO ASSAGO (Milano) - L'Openjobmetis sbatte contro i muscoli d'acciaio della corazzata Milano. La truppa di Attilio Caja non regge l'urto col roster infinito dell'Ax Exchange, che impone la legge della sua fisicità e della sua coralità ad una Varese tradita dal tiro da fuori. La prima chiave di lettura per un derby numero 179 a senso unico è la differenza nelle percentuali dall'arco: i cambi difensivi dell'OUmpia spengono la luce di Josh Mayo (2/11 dal campo con un solo tiro dentro l'arco), e costringono l'attacco biancorosso all'uso delle soluzioni da 3 punti in assenza di elementi in grado di punire i mis-match o prendere vantaggi nelT 1 contro 1 (fatti salvi Clark e Peak, ma solo in corso d'opera). Così F8/37 da 3 suona come una condanna per Varese al pari del 13/27 della compagine di Messina, che con una circolazione di palla sinfonica ha invece punito una O JM votata alla protezione dell' area per non far pesare gli immediati problemi di falli di Simmons e il gap fisico praticamente in ogni molo. L'altro dato saliente riguarda la capacità di Milano di spremere risorse dagli effettivi rimasti a riposo venerdì in Eurolega: il coach dell'Olimpia amministra con sicurezza le forze dei veterani Rodriguez, Micov e Scola alla luce dell'eccellente impatto degli italiani Moraschini (MVP con 5/7 al tiro in 31')eBiligha(4/4in 21'). Così a dare la spinta ai padroni di casa sono proprio i sei giocatori con passaporto tricolore, che fatturano un bottino totale di 59 punti sui 93 messi a referto; al contrario gli italiani di Varese si fermano a quota 5, e la panchina ne fattura in totale 23 contro i 48 delle rotazioni dell'Olimpia. Contro una Milano così solida, profonda, organizzata e ben orchestrata da un allenatore di caratura europea l'OJM non aveva semplicemente le risorse fisiche e tecniche per battersi alla pari; certo una miglior serata dall'arco avrebbe ridotto il gap, e il match del Forum conferma l'interdipendenza dell'attacco biancorosso dalle soluzioni dall'arco (3 vittorie nette oltre il 40% da 3, una sconfitta onorevole a Bologna col 37% dall'arco e due stop ampi col 19% anti Sassari e il 22% di ieri). Rispetto allo choccante esordio casalingo contro la Dinamo c'è l'analogia della difficoltà di Varese ad approcciarsi ad avversarie molto fisiche dentro l'area; la differenza rispetto ai 52 punti dell'esordio l'hanno fatta la verve dell'intraprendente Clark e l'energia di un Peak pasticcione ma volitivo. A fine gara nessuno del clan biancorosso - a partire da Attilio Caja - ha condannato la prova dell'OJM, esaltando piuttosto una Milano in modalità schiacciasassi capace di completare il percorso netto di 5 vittorie in 9 giorni. Domenica di nuovo in trasferta a Brescia, contro una squadra ruvida e con l'ex Cain a presidiare il pitturato: compito difficile per l'OJM che però potò provare a giocarsi le sue chances, cosa apparsa oggettivamente fuori portata al Forum contro un'avversaria che nella versione di ieri - ben diversa da quella di soli 15 giorni fa senza Nedovic, Gudaitis e Brooks - è parsa "ingiocabile"... Giuseppe Sciascia MILANO Burns5 (1-1 da3). Mack2 (1-3.0-3), Cinciarini 11 (2-3, 1-1), Moraschini 17 (1-1,4-6), Biligha8 (4-4), Micov 7 (1-1,1-3), Rodriguez7(1-3 da 3), Brooks 10(2-2,1-1), Gudaitis8(2-3), Della Valle 8 (0-1,1-2). Nedovic 10 (3-8 da 3), Scola 1. AH. Messina. VARESE Peak 13 (2-7.1-5), Clark 14 (3-6.2-5), De Vita ne. Ja-kovics 4 (0-1,0-2), Vene 12 (3-5, 2-6), Simmons 11 (3-4), Mayo 10(0-1.2-11), Seckne,Tambone(0-1,0-3),Gandini, Ferrera 2 (1-3,0-4). AH. Caja. Arbitri Begnis, Paglialunga, Nicolini. Note Tiri liberi: Milano 29/38, Varese 21/25. Rimbalzi: Milano 31 (Moraschini, Mack 4); Varese 37 (Simmons 8). Totali al tiro: Milano 13/18 da2,13/27 da 3; Varese 12/28 da2.8/37 da3. Assist: Milano23 (Nedovic6), Varese 13 (Mayo 4). Valutazione: Milano 132, Varese 55. Tecnici: Micov 15'25" (34-19), Messina 20'32" (46-33). Antisportivo a Mack 34'29" (80-52). 5 falli: Vene 38'24" (89-63). Spettatori: 7.608. LA PARTITA IN PILLOLE © © © © Q © Armi scariche per l'OJM che parte con un 7-0 gelido 0/6 dal campo, Gudaitis attacca Simmons e forza 2 falli rapidi. 13-10 Clark dà la scossa dalla panchina, Mayo e Vene mettono in partita l'attacco. Mani gelide per l'OJM (2/11 da 3) già 26-14 carica di falli - 2 per Clark e Mayo - e trafitta dall'arco da Brooks, Qualche sussulto in avvicinamento al ferro per Clark e Peak per nascondere la serataccia dall'arco. Altra scarica perimetrale Moraschini-Della | Valle, differenza solare tra l'8/14 Ax e il 3/20da3OJM. La pausa lunga non sblocca l'impasse 54-36 balistico, Varese va con i 5 piccoli dopo il quarto fallo di Simmons. 74-45 Piovono triple sulla povera Varese, che col bonus non può aggredire e viene trafitta da5 dardi consecutivi. Varese segna 24 punti nei 10' finali ma 93-69 chiude con un glaciale 8/37 da 3, per Milano ben 59 punti dagli italiani. IL QUADRO / La Virtus non si ferma più Sale a quota 7 la striscia vincente della Virtus Bologna. La formazione di Djor-djevic (Gaines e Hunter 16) sbanca con autorità Reggio Emilia (Johnson Odom 20) e mantiene 4 lunghezze su Sassari e Brindisi (Banks 21), che acuisce le difficoltà esterne di Venezia (Watt 13). Sale di tono anche Brescia (Landsdo-wne 18, Laquintana 15) che infligge il primo stop casalingo stagionale alla Fortitudo Bologna (Aradori 22). In coda, prima vittoria per Pistoia (Dowdell e Wheatle 11) che regola Trieste (Mit-chell 13): dopo quasi 11 mesi di digiu- no al PalaCarrara è l'ex biancorosso Salumu (21) il match-winner per i toscani. Infine, brutto tonfo per Cremona (Saunders 15) trafitta in casa da Cantù (Wilson 21) col problema muscolare accusato da Travis Diener a peggiorare ulteriormente il bilancio della serata. PROSSIMO TURNO ? Sabato 9 novembre Pesaro-Trento ore 20.30 ? Domenica 10 novembre Brescia-Varese ore 12 Cantù-Roma________ore 17 Trieste-Brindisi ore 17.30 Virtus Bo-Treviso ore 18 Cremona-Fortitudo Bo ore 19 Venezia-Sassari ore 20.45 ? Lunedì 11 novembre Milano-Pistoia ore 20.30 Riposa: Reggio Emilia