Chapman e Barford, 50 punti in due. Poi? lungo gioca una partita eccellente, sbaglia m ndo appena tre tiri. La guardia va a folate: da giocate irresistibili a brutte forzature grida vendetta. Stavolta gioca an- men^a con |'arbitro_ Meglio ren-che troppo (22') per quanto prò- dere pan per focaccia, dotto: termina la sua gara con Mussini 5: la delusione della se- ! \ Pusica 5. Nel duello tutto slavo con Nikolic patisce la personalità del rivale. Inizia discretamente ma poi quando viene aggredito fa fatica a impostare l'azione, tanto che nella ripresa spesso porta palla Barford. Non trova mai la tripla e soprattutto i canestri che potrebbero svoltare il match. Chiude con 2/4 da due, 0/2 da tre, 3 perse e 1 solo assist. Barford 7: alcune giocate sono veramente irresistibili. Le cosiddette 'triple ignoranti' spesso vanno a bersaglio, ma poi arrivano, inevitabilmente, anche le forzature. Chiude con 3/7 da due e e 3/8 da tre, 3 perse ma anche 5 assist, specie all'inizio quando si sente ancora generoso. Drell 4,5: davvero troppo ingenuo in certi frangenti. Commette falli sciocchi e lo sfondamento in palleggio in un momento chiave 2/3 da due, 0/2 da tre, acciuffa 5 rimbalzi ma perde pure 3 palloni. Thomas 4: il capitano continua a fare flop. Da salvare ci sono i 9 rimbalzi, ma in difesa è troppo piccolo per il fisicaccio dei lunghi trevigiani e in attacco non trova mai continuità. Il suo score è povero, specie nelle triple: 2/6 da due e 0/6 da tre. Aggiunge anche 3 palle perse ad una partita che fa acqua da molte parti. Chapman 8 (foto): quando uno LE RINUNCE Concesso pochissimo spazio ad Eboua e Zanotti, nonostante le partitacce sia di Drell che di Thomas segna 30 punti vuol dire che ha fatto legna. Ma se li ha fatti tirando 12/15 (8/9 da due e 4/6 da tre) significa che ha fatto davvero bene. Tira giù 5 rimbalzi, tutti in difesa, perché in attacco non ci può andare se gioca il pick and pop. Ecco perché di fianco avrebbe bisogno di un lungo più fisico e muscolare di Zach Thomas. Allora sì che il suo contributo diventerebbe decisivo. Se fosse anche più cattivo sarebbe perfetto: quando Tessitori gli urla in faccia dopo averali schiacciato in testa si la- rata, considerando la sua esperienza rispetto ad altri. Con Pusica pressato e in evidente difficoltà, Federico non riesce mai a cambiare il ritmo della partita. Non solo: nemmeno la mano si scalda come gli succede di solito e finisce così per essere inoffensivo. Il suo scout racconta di un 1/2 da due e 0/3 da tre. Aggiunge 5 rimbalzi e 2 assist, nessuna persa e così si salva un po'. Miaschi 5,5: in difesa il ragazzo ce la mette tutta e in frangente ri-sce anche a rubar palla in salto a un veterano smaliziato come Lo-gan, peccato che i compagni sprechino il suo bel gesto atletico. In attacco però non punge: 1/1 da due e 0/1 da tre. Poi dalla lunetta fa cilecca nell'ultima occasione che potrebbe tener vive le speranze. Ha comunque 19 anni e merita comprensione. Eboua ng: solo 9 minuti per Paul, che evidentemente non ha convinto il suo allenatore nonostante la partitaccia di Drell. Ha 1/2 al tiro da due e 1/2 dalla lunetta, 1 rimbalzo e 1 recupero. Forse si poteva puntare un po' di più sulla sua fisicità. Zanotti ng: ancora più ingiudicabile la sua di prestazione visto che sul parquet ci passa appena 3'. Perché, vista l'ennesima serata negativa di Thomas? e.f.