SERIEA Trieste, manca ancora lo spirito da battaglia A Pistoia in difficoltà quando è aumentato l'agonismo. Finora le prove migliori contro le squadre tecnicamente superiori Roberto Degrassi TRIESTE. Serviranno spietata capacità di analisi e una tranquillità zen. Per la Pallacanestro Trieste il video della partita persa al PalaCarrara di Pistoia sarà uno spettacolo poco rassicurante. Capirà che ha sciupato una colossale occasione per prendere un vantaggio consistente su una formazione in corsa per la salvezza, invece di ritrovarsi con uno scontro diretto a sfavore e aver riacceso l'entusiasmo e la fiducia di chi adesso avrebbe potuto trovarsi a sei punti di ritardo, ormai lontanissimo. Ma Trieste capirà soprattutto che per conquistare il traguardo stagionale dovrà abituarsi a cambiare pelle. Più che le considerazioni tecniche, infatti, le sei partite disputate dalla squadra di Eugenio Dalmasson propongono un elemento: le prestazioni più deludenti sul piano caratteriale sono venute proprio contro quelle che sulla carta sembravano le avversarie più deboli tecnicamente. Varese e Pistoia. Contro quintetti di caratura superiore come Venezia, Milano, Sassari e Brescia i bianco-rossi hanno disputato la loro partita, con meno ansia addosso. Perché le squadre più forti giocano e vincono con la tecnica. Paradossalmente Trieste - che è partita con l'obiettivo dichiarato di salvarsi - in questo scorcio di campionato è sembrata in difficoltà proprio contro chi va meno di fioretto e più di agonismo. Quel genere di confronti, per intenderci, che determinano la stagione di chi deve salvarsi. Nel dopopartita Dalmasson ha puntato l'indice sulla < maggiore voglia, grinta e determinazione di Pistoia. Abbiamo commesso erroribanali. Non siamo stati lucidi. I toscani ci hanno creduto fino alla fine >. Appunto. La OriOra, sentitasi inghiottita dalle sabbie mobili sotto di 10 punti e con uno 0-6 stagionale sul groppone, ha cominciato a giocare come se dagli ultimi 15 minuti contro la Pallacanestro Trieste dipendesse la stagione (e magari era pure vero...). Trieste, invece, non ha capito che era il momento di usare le stesse armi. Quello < sporcarsi le mani e sbucciarsi le ginocchia > chiesto alla vigilia non si è visto. Brava Pistoia, che peraltro ha gestito benissimo la rotazione delle pedine per evitare il guaio delle precedenti uscite: ritrovarsi spompata nell'ultimo quarto. Resta l'impressione che la Pallacanestro Trieste abbia maggiore talento ,ma in questo caso le impressioni non fanno classifica. Al PalaCarrara si sono rivisti a livelli discreti Elmore e Justi- ce. Non più corpi estranei ma coinvolti, con l'atteggiamento giusto. La speranza è che si tratti di una nuova partenza e che trovi continuità. Elmore serve perché Fernandez non può tirare la carretta sempre e quando accusa la stanchezza il calo di lucidità si fa sentire nel gioco della squadra. Justice ha sorpreso in veste di assistman e se è il segnale di una maggiore intesa con i compagni ben venga. Ma nelle battute finali in campo c'erano Lobito e i due esterni erano Jones e Strau-tins. Il rendimento incostante del primo scorcio di campionato dei due Usa ha spinto il coach a preferire l'usato sicuro. La crescita della Pallacanestro Trieste passerà anche da questo: da quanta affidabilità verrà costantemente garantita da certe pedine. Pistoia ha anche raccontato che Cooke si sta effettivamente ritagliando un proprio spazio, lotta, difende, è reattivo. Mitchell, stuzzicato dai tifosi locali, si è fatto irretire reagendo in modo infantile e avviando una propria partita. Peccato che, dopo Peric, sia con Pene lo straniero più navigato tra quelli a disposizione del tecnico. Lo faceva anche Ma-thiang con Cremona. Ma tra una mattana e l'altra segnava 20 punti e tirava giù carrettate di rimbalzi.... LE IMMAGINI La prevendita per domenica Nelle foto La sorte Justlce (sin.) e Mitchell. Da oggi la prevendita dei biglietti per la gara contro la Happy Casa Brindisi (domenica, ore 17.30 Allianz Dome). Biglietteria di via Miani aperta 15-19 sino a venerdì; sabato 9-12. Solo pagamento in contanti.