L'INIZIATIVA DELLA SOCIETÀ SALESIANA DI BASKET AL PALABALLIN Crocetta, sette totem in oratorio per ricordare i propri campioni DOMENICO LATAGLIATA Sono i Magnifici Dodici (più due) della Crocetta. Omaggiati da sette totem che da qualche giorno accolgono chiunque entri nell'oratorio di via Piazzi. Il PalaBaHin, certo, in onore dello 'zio': ovvero colui il quale più di tutti - nelle sue vesti di coadiutore salesiano - seppe far germogliare all'interno dell'oratorio l'amore per il basket. Lui, scomparso nel settembre 2005, il totem dedicato l'aveva già da un po': quando infatti, nel giugno 2018, la società festeggiò il proprio 70° compleanno, i primi due pannelli a essere posizionati furono quello di Valentino Ballin e di Carlo 'Char-lie' Caglieris, stella assoluta del basket cittadino e nazionale, capace di vincere tre scudetti (con la maglia della Virtus Bologna) e di salire sul tetto d'Europa con la nazionale nel 1983. Adesso, appunto, è arrivato il momento di celebrare altre figure che hanno scritto pagine importantissime nella vita 'a spicchi' crocettina. Un'occasione di memoria ed esempio per tutti gli amanti del basket che vorranno tornare un po' indietro con gli anni, soffermandosi davanti ai totem che raccontano sì gesti agonistici ma anche momenti di vita vissuta. E quindi, in ordine alfabetico e in aggiunta a quelli dedicati a Ballin e Caglieris, gli omaggi riguardano le carriere (tutte ad alto livello) di Stefano Bechini, Amedeo Calvo, Mauro Croci, Luigi D'Amico, Alessandro Franzin, Piero Mandelli, Giacomo Passera, Pier Carlo Rosa Brusin, Flavio Tiberti, Enrico Trucco, Stefano Vidili e Roberto Violante. Nelle intenzioni della società, saranno in futuro proposte altre iniziative volte a rinsaldare il legame con il passato. Coinvolgendo allenatori e tecnici che, al pari dei giocatori, hanno contribuito a fare della Crocetta un punto di riferimento importante nel tessuto (non solo) cestistico cittadino. Già così, in ogni caso, si tratta di un'iniziativa lodevole. Utile a trasmettere senso di appartenenza, orgoglio, passione. Dando origine a un percorso illustra-tivo-formativo dal quale prendere anche spunto per la quotidianità, provando a trarne risorse per il proprio percorso di crescita: dentro e fuori dal campo. 0 BY [\fCND ALCUNI DI RITTI mSl'RVVn- L'ingresso dell'oratorio che conduce alla palestra