IL PERSONAGGIO Dyshawn Pierre è Mister continuità L'ala canadese è stata votata come Mvp della settima giornata » SASSARI Feroce e determinato sul parquet, tranquillo e rilassato quando è fuori dal campo. Una figlia di poche settimane dall'altra parte dell'Atlantico, che ha visto alla nascita e che per il momento può vedere crescere solo in videochiamata. E un rendimento che alla soglia dei 26 anni (li compirà tra due settimane) lo pone ormai tra i giocatori più forti, affidabili e determinati dell'intera serie A. Dyshawn Pierre si gode quello che per lui non è un momento magico, ma un semplice step della sua carriera. L'ala canadese, alla sua terza stagione con la maglia della Dinamo, si sta confermando a livelli di eccellenza, con una costanza di rendimento impressionante. L'ennesima prestazione da 8 in pagella, contro la Virtus Roma, gli è valsa la nomina come miglior giocatore della settima giornata della serie A: nel quintetto ideale c'è anche Miro Bilan, oltre a Riccardo Moraschini (Milano), Adrian Banks (Brindisi) e Jeremiah Wilson (Cantù). Per Pierre 19 punti in 26', 4/6 da 3 punti, 10 rimbalzi e 4 assist, per una valutazione pari a 29. È la quarta doppia-doppia stagionale messa a segno tra campionato e coppa dall'ala originaria di Whitby, sobborgo di Toronto. Tra le cifre più interessanti a livello di serie A, ci sono le percentuali al tiro da tre punti (45,5%) e il plus/minus: 17,3 a partita, che lo collocano al primo posto assoluto per quanto riguarda questa voce. Alle sue spalle Evans, Spissu, Bilan e Vitali, (a.si.)