La Fortitudo ha individuato il problema: nelle difficoltà il gruppo è troppo fragile Coach Martino oggi al lavoro per preparare la difficile trasferta di domenica a Cremona BASKET SERIE A Otto punti in sette gare. Per una squadra che si deve salvare questo cammino è da firmare e da controfirmare, ma nel caso della Fortitudo c'è un aspetto che il coach Antimo Martino non vuole sottovalutare. Le tre sconfitte patite dalla Effe non hanno solamente sancito la superiorità dell'avversario in quella stagione, ma hanno evidenziato anche una certa fragilità del gruppo che quando incontra un ostacolo che non riesce ad aggirare, tende a sfaldarsi. Miglior analisi della sconfitta di domenica contro Brescia, la prima al PalaDozza, non potrebbe esserci. Oggi la squadra tornerà al lavoro e la questione sarà probabilmente uno degli elementi che lo staff tecnico metterà sotto gli occhi della squadra. Il prossimo impegno in calendario prevede la trasferta di Cremona con i padroni di casa che stanno sempre più infilando il tunnel della crisi. I lombardi dovranno fare i conti con l'assen- za di Travis Diener e dovrebbero scendere in campo con i loro nuovo acquisto, il centro statunitense Ethan Happ che non trovando posto all'Olympiacos è arrivato in Italia per sostituire Matt Tiby, tagliato da Meo Sacchetti. Nel frattempo sono arrivati i provvedimenti del giudice sportivo, con la Effe che è stata multata per 1.100 euro a causa delle reiterate offese del pubblico nel confronto degli arbitri e ha ricevuto una ammonizione per il funzionamento a singhiozzo delle attrezzature. Non sono citate le offese alla presidentessa della Leonessa Graziella Bragaglio, che ci sono e che sono andate probabilmente anche oltre, dato che i dirigenti ospiti sono stati costretti a lasciare l'impianto prima della fine della gara. Il tutto è stato stigmatizzato da una lettera scritta da Mauro Ferrari, l'amministratore delegato della Germani spa, primo sponsor di Brescia. Tutto giusto, ma mai come in questo caso vale la domanda evangelica di chi, senza peccato, possa permettersi di scagliare la prima pietra e il riferimento alle dichiarazioni delle serie finale del 2016 tra la Leonessa e la Fortitudo è puramente voluto. Massimo Selleri e RIPRODUZIONE RISERVATA