Virtus, coach Djordjevic non si fida: «Ulm ultimo, ma è avversario tosto» Inizia il girone di ritorno, Teodosio e soci vogliono difendere il primato. Qualche problema fisico per Ricci zione difficile che richiede un dispendio di energie notevole sia mentali che fisiche, per questo motivo l'apporto di Delia, che a Reggio Emilia ha giocato una buona parte di partita, sarà importante per la gara di questa sera e per i prossimi impegni». Sebbene il coach predichi una difesa al limiti del fanatismo, anche in coppa l'attacco resta uno dei punti forti dei bianconeri che hanno segnato 84.2 punti a gara e che hanno conquistato 42.2 rimbalzi a partita. Quanti di questi canestri siano frutti della transizione non è facile stabilirlo anche perché un altro pilastro del gioco bianconero riguarda le prestazioni del playmaker Stefan Markovic. Nell'unico incontro in cui il play serbo non ha proposto la sua consueta regia brillante, la sua squadra è caduta a Patrasso, mentre in tutte le altre uscite il suo mettere tutti in ritmo è stato un valore aggiunto che ha permesso al talento di Milos Teodi-sic di esprimersi in tutta la sua potenzialità. Si tratta di un aspetto da non sottovalutare anche perché la V nera ha una suddivisione dei punti segnati che dimostra quanto i giocatori riescano a giocare insieme. Non c'è una ricerca ossessiva del tiro da tre punti, ma si tenta di cercare sempre il compagno più libero. Dopo questa gara la Virtus inizie-rà a pensare alla gara di domenica contro Treviso, la prima che si giocherà nella struttura temporanea allestita nel padiglione 30 della Fiera. Coach Sasha Djodjevic, 52 anni, sta facendo andare a mille la Virtus (Ciamillo) BASKET EUROCUP di Massimo Selleri Prima giornata di ritorno della prima fase di EuroCup con la Virtus che questa sera (ore 20.30) ospita Ulm al PalaDozza. Si tratta di un vero e proprio testa coda con la V nera che occupa il primo posto in classifica, mentre i tedeschi chiudono la graduatoria con una sola vittoria al loro attivo. Nonostante questo divario il coach bianconero Sasha Djordjevic mette in guardia chi pensa che l'impegno odierno sia una sorta di passeggiata, con gli ospiti che arriveranno qui con un atteggiamento arrendevole. «Loro sono una squadra atletica e un avversario tosto - spiega il tecnico dei bolognesi - che è modo molto veloce in transizione e che cercherà di imporre il suo gioco e il suo ritmo alla partita. Noi dovremo essere bravi ad evitare che questo accada e a nostra volta dovremo imporre il nostro ritmo per tutti i 40 minuti. In difesa dovremo giocare una partita più accorta rispetto a quanto fatto nel match di andata». Sono le ultime prestazioni dell'Ulm a non far dormire sonni tranquilli a Djordjevic. «Nel roster possono contare su giocatori giovani e di talento come Hayes, giocatori esperti come Dragic e veri leader come Per Gunther. Nell'ultima sfida di campionato, nonostante la sconfitta subita in trasferta contro l'Alba Berlino, loro hanno giocato un grande match, mostrando per 30 minuti personalità e un buon sistema di gioco». Parole che non sono sicuramente di circostanza, anche se la situazione dell'infermeria degli avversari virtussini non è delle più rosee. Sono, infatti, tre gli assenti a partire dalla Isaiah Briscoe, volato negli Stati Uniti per un problema famigliare, agli infortunati Tyler Harvey e Zoran Dragic. Anche la V nera, però, ha registrato qualche problema dal punto di vista fisico. «Ricci ha accusato un fastidio muscolare nelle ultime ore - conclude Djordjevic - mentre Cour-nooh sta recuperando la forma migliore dopo l'infortunio alla caviglia. L' EuroCup è una competi- 6 RIPRODUZIONE RISERVATA GLI AVVERSARI Lakovic: «All'andata puniti dai loro rimbalzi offensivi» La Virtus è una delle migliori squadre di tutta l'EuroCup». A parlare è il coach dell'Ulm Jaka Lakovic, l'ex giocatore sloveno che ha vinto parecchi titoli europei e che dal 2016 ha iniziato la carriera di allenatore. «Per tenere il passo a Bologna, dobbiamo fare molto, molto bene. Sono in grado di giocare molto velocemente e con Markovic e Teodosic hanno la possibilità di controllare il gioco con una precisione al limite della perfezione. All'andata i loro rimbalzi offensivi ci hanno fatto male. Inoltre, hanno punito la nostra difesa sul loro pick and roll e da lì sono arrivati punti facili». L'unico modo per seguire in chiaro la gara è quella di collegarsi con Radio Bologna Uno, potendo seguire anche sulle stesse frequenze anche il dopo partita. Le altre gare - Ieri: Andorra-Monaco 95-68. Oggi: Patrasso-Maccabi Rishon. Classifica: Patrasso e Virtus Bologna 8; Monaco, Andorra 6; Ulm e Maccabi Rishon 2.