BASKET MHAMPIONS LEAGUE Dinamo inarrestabile in Polonia è uno show I sassaresi passano sul campo di Torun al termine di un match tutto all'attacco Gara equilibrata per tre periodi, poi Spissu e compagni cambiano passo ^ BASKETBALL CHAMPIONS LEAGUE 4* GIORNATA TORUN-DINAMO 95-113 OSTENDA-LIEKTABELIS 80-66 MANRESA-TURK TELEKOM Oggi STRASBURGO HOLON CLASSIFICA Pt Prossime 12 novembre: Liektabelis-Torun 13 novembre: Turk Telekom-Ostenda; Dinamo-Strasburgo; Holon-Manresa di Andrea Sini Sa farsi rispettare nella melma dei punteggi bassi, ma non sfidatela a giocare sul velluto di una gara a chi fa più canestro. Una Dinamo travolgente punisce in maniera severissima il Polki Cu-kier Torum, seppellito sotto un eloquente 95-113 al termine di una partita dalle difese praticamente inesistenti. È bellissima la Polonia, per la squadra di Gianmarco Pozzec-co, che in una trasferta massacrante riesce a distillare le energie per gestire al meglio la sfida balistica e conquistare il primo successo esterno stagionale nel- la Champions League, issandosi momentaneamente al primo posto del gruppo A, con 3 vittorie e una sconfitta. Dominio sassarese. Il Banco di Sardegna tiene in mano il pallino del match per tutti i 40 minuti, ma dopo l'immediato +11 (12-23) si fa presto raggiungere e non riesce a scrollarsi di dosso i padroni di casa sino alla fine del terzo quarto (80-81). Poi un po' di pressione difensiva e un'altra grandinata di canestri hanno permesso ai sassaresi in bianco-verde di dare la spallata decisiva al match. Tutti per uno. Difesa rivedibile, si è detto. Ok, ma dall'altra parte la Dinamo ha avuto in vari momenti della gara almeno cinque protagonisti assoluti diversi: prima Evans e Bilan, poi Spissu, infine Jerrells, Gentile e ancora Spissu. Una buonissima notizia, per Pozzecco, che insieme al suo staff sta facendo enormi passi avanti per ricreare la condivisione di ruoli e responsabilità che l'anno scorso ha fatto la differenza. Corri e tira. Il Banco parte con il quintetto abituale (Spissu, Vitali, Pierre, Evans, Bilan), mette in moto il centro croato, difende e costringe Torun a cinque palle perse di fila. Quando la palla arriva in area. Bilan e Evans danno spettacolo (12-18 al 6') e dopo il timeout di coach Machowski è la stessa coppia di lunghi ad allungare sino al+11 (12-23). Poz-zecco nel frattempo ha rivoluzionato il quintetto inserendo via via Jerrells, Sorokas, McLean, Gentile e Bucarelli. Torun inizia a prendere la mira (19-26 alla prima sirena), la Dinamo trova anche le triple (con Pierre e Sorokas), ma concedono tanto in difesa: Poz è costretto a chiedere due timeout nel giro di 2 minuti, con la Dinamo risucchiata dal 30-39 al 36-39 a 5'20" da metà gara. Torun prende fiducia e nonostante le triple di Gentile ed Evans trova rì sorpasso, con Weaver (48-47 a 3' da metà gara). Il Banco concede qualsiasi cosa, persino grappoli di rimbalzi offensivi, e a mantenerla a galla ci pensa ancora la coppia Bi-lan-Evans, che permette ai sassaresi di andare al riposo sul +1, 52-53. Si riparte più o meno nella stessa maniera, con le difese allegre e gli attacchi che si divertono: Spissu scalda la mano, Bilan è un approdo sicuro ma dall'altra parte Torun fa altrettanto male, e si procede punto a punto (61-60 al 23'). Spissu sale in cattedra e fa centro altre tre volte da lontano, ma il piccolo break costruito (69-74) viene immediatamente dilapidato con la solita difesa inesistente, mentre il solito Wright firma il sorpasso (80-79). Lo show finale. L'ultimo periodo si apre con il Banco avanti 80-81, e finalmente si vede un po' di difesa: Gentile e Jerrells accelerano, Evans piazza la tripla e McLean in tap-in firma il +9 (80-89). È ancora super Dinamo, con Jerrells scatenato che fa volare i suoi a +13 (82-95) a 5'10" da fine gara. Il timeout polacco non funziona, Jerrells porta la Dinamo in tripla cifra (84-100) a 3'50". Torun risale sino al 92-103, poi a dare la mazzata finale sono Gentile e soprattutto uno Spissu devastante, per un 95-113 finale da leccarsi i baffi. Sopra, Marco Spissu, protagonista della serata con 22 punti tutti segnati nel secondo tempo A sinistra, Dwayne Evans e Curtis Jerrells in azione A destra, Jamel McLean _____«ra____mm________ Ql Q2 Q3 Q4 \gH \5j»s5ASr arbitri 19-28 33-27 28-28 15-32 ^S^^J^ >K ^.JT conde (Spa) - Maricic (Ser) - Straube (Ger) I Orlili Ali. MadlOWSki Min Punti Da; Da] Uberi Off Dif Tot Assist Falli Perse Ree Stoppate " /¦ Val. "ini.....2......ì~n"òid afa' ""'30r52.....Ì5"""5/8""""l/5""27T"" """T6'40'""l4""'"4/7'""2/4'"'Ò7Ò""" ""Ó'43.....Ò.....0/0*""Ò7'Ó"~0/Ò"" ""ira.....ò.....o'fó""oio""6ìo"" ..... _....  ...  . ...  ...  .... ""3Ór52.....B"lfw"0Ì0"'W"' "Ì'4r28 " "4....."Ó/3 V/3 "l72 247Ì7.....il.....W'~Tl\~~~m~" '""21'45.....6.....0/0"""27'5""Ò7Ò"" ...W.JÌMDJAJPJ.K. DilIrUTIO Ali P077PfrO "! Rlmbalii vimuimv hii. ruitcLLU  |n pi||]t| M2 L|beri 0(f D|f TM 4SS|B Fa||| PHMn(t stoppa ,,. VJ|. Stefano Gentile impegnato in difesa sotto gli occhi di Pozzecco