IL CAMPIONATO » SASSARI È la prima vera prova del nove in campionato, ma la Dinamo preferisce non fare calcoli e considerarla una semplice tappa del suo percorso. Quella di domenica sera alle 20,45 contro l'Umana Reyer Venezia, per i sassaresi non sarà comunque una partita come le altre. Prima di tutto perché il Banco di Sardegna rimetterà piede al Taliercio per la prima volta dopo Gara? della finale scudetto, che vide il trionfo degli orogranata di Walter De Raffaele. E se Domenica sera al Taliercio il primo vero test di alto livello il roster di Venezia è rimasto quasi completamente invariato, mentre quello bianco-blu è stato in buona parte rivoluzionato, le due squadre si conoscono già, essendosi affrontate un mese e mezzo fa a Bari, nella finalissima della Supercoppa. L'altro motivo di interesse riguarda il diverso andamento delle due squadre: la Dinamo sta marciando a ritmo sostenuto sia in campionato (5 vittorie e una sconfitta), dove in trasferta ha sempre trionfato, sia in Champions League (3-1); la Reyer invece sta avendo un andamento quasi a doppia velocità: abbastanza male in campionato (3 vittorie e 4 sconfitte, contro le due bolognesi, Treviso e Brindisi), decisamente meglio in Eurocup, dove dopo le due sconfitte iniziali, Austin Daye e compagni hanno inanellato 4 vittorie consecutive. L'ultima delle quali, due giorni fa, in casa del Partizan Belgrado di Rashawn Thomas. Quello di domenica sarà un test probante, insomma, contro quella che resta una serissima candidata al titolo di campione d'Italia, (a.si.)