ASSEMBLEA DI LEGA Tifosi indisciplinati nel mirino dopo i fatti avvenuti a Bologna L'assemblea di Lega Basket sposta l'attenzione dalle strategie future alla stretta attualità. Il focus dell'incontro di ieri a Milano si è spostato sul brutto episodio degli insulti sessisti dei quali è stato oggetto domenica il presidente di Brescia Graziella Bragaglio (foto Facebook) sul campo della For-titudo che avevano indotto il mairi sponsor della Leonessa Mauro Ferrari a ventilare l'addio al basket a fine stagione. Condanna unanime da parte dei club di LBA, che hanno preso atto delle scuse del presidente bolognese Pa-vani, esponendo proposte alla FIP per eliminare, attraverso il coinvolgimento delle questure, un malcostume che coinvolge le tifoserie e rischia di ledere l'immagine del basket. Toccati solo in parte gli argomenti chiave relativi ai diritti Tv ed alla revisione del regolamento esecutivo. La relazione della commissione delegata al varo del nuovo piano di rilancio ha esposto i principi generali del progetto Web Tv: il portale sarà comunque lanciato il mese prossimo, la prossima assemblea del 21 novembre analizzerà più dettagliatamente la situazione, il ogni caso il canale Lega Basket TV potrebbe proseguire per conto proprio non essendo esclusa a priori la riapertura del canale con Eurosport per i diritti streaming. La riunione già calendarizzata fra due settimane servirà anche per mettere a fuoco le modifiche al regolamento interno richieste dai club sulla diversa interpretazione nelle verifiche contabili delle rateizzazioni dei debiti fiscali. ©RIPRODUZIONE RISERVATA