L'Olimpia è un diesel, ma alla fine è "Viteria Al Forum: l'Armani Exchange parte piano, poi però piega gli spagnoli del Baskonia e consolida il primo posto in classifica #r BASKET di Sandro Pugliese Se un tifoso dell'Olimpia guardasse questa mattina la classifica dell'Eurolega forse si «stropiccerebbe» gli occhi pensando di non vedere bene. E invece non è così, è proprio vero e per un giorno almeno l'Armani Exchange è in testa alla classifica in solitario alla massima competizione continentale in attesa che questa sera chiudano il settimo turno Barcellona e CSKA. Al Forum arriva il sesto successo consecutivo di questa Olimpia plasmata da coach Messina contro Vitoria con un 81-74 ottenuto ancora una volta cambiando marcia nell'ultimo quarto, quando conta di più. E ancora una volta è Amedeo Della Valle l'uomo della provvidenza con 13 dei suoi 15 punti segnati (7/7 ai liberi) in un ultimo quarto periodo fatto tutto di intensità e concentrazione. Quando il tuo pilota è Sergio Rodriguez diventa tutto più facile a livello di soluzioni offensive, ma buone note, finalmente, questa volta sono arrivate anche dal co-pilota Shelvin Mack che, a fine primo tempo, è stato artefice del break del sorpasso biancorosso, ma nel complesso ha giocato una gara di quantità e qualità con 10 punti e 3 assist. Mentre in termini di esperienza Luis Scola è fondamentale, sempre in campo nei momenti chiave (+14 di plus/minus), limitando anche nel confronto diretto il forte Shengelia ben oltre le sue consuete medie realizzative. Milano parte con il piglio giusto con un break di 7-0, ma la risposta dei baschi è altrettanto corposa tanto che al 5' sorpassano con la tripla di Vildoza. Anzi il parziale continua arrivando addirittura fino al 14-23 quando Fall schiaccia in apertura di secondo periodo completando un altro break di 0-9. Il recupero dell'AX è lento, ma inesorabile: prima è Micov con le sue triple a riavvicinare Milano (26-29), poi Tarczewski realizza i due liberi del nuovo sorpasso biancorosso (33-32), e infine arriva il primo momento d'oro della stagione di Shelvin Mack che piazza un assist, un recupero e 5 punti in fila nello spazio di due minuti e lancia l'Olimpia in orbita sul 40-34 all'intervallo. Ancora una tripla di Mack e Roll aprono la ripresa per il 48-40 del'AX, poi la partita vive di strappi per i baschi tornano 48-44, poi Della Valle e Rodriguez portano addirittura l'Olimpia sul +10 (56-46), ma dura un attimo perchè il Baskonia chiude a contatto a fine terzo quarto 56-53 con la schiacciata di Eric e riparte ancora con un appoggio per il 56-55. Qui si accende come un faro Della Valle con una tripla dall'angolo e un contropiede che ridanno serenità all'Olimpia (61-55). E il momento in cui l'AX azzanna la partita perchè il parziale arriva fino ad un mostruoso 17-0, chiuso, peraltro, ancora da altri 6 punti della guardia del 1993 che mandano in visibilio il Forum e regalano una serata da sogno ai biancorossi. ALTI E BASSI La squadra di Messina ora cerca la giusta continuità anche in campionato OLIMPIA MILANO BASKONIA VITORIA 14-19; 40-34; 56-53 OLIMPIA MILANO: Della Valle 15, Mack 10, Micov 12, Biligha, Gudaitis 2, Roll 12, Rodiriguez 13, Tarczewski 6, Nedovic 2, Cinciarini, Brooks 3, Scola 6. Ali. Messina. BASKONIA VITORIA: Vildoza 6, Gonzalez ne, Henry 13, Janning 5, Diop, Fall 13, Stauskas 15, Shengelia 12, Garino 2, Shields 2, Polonara, Eric 6. AH. Perasovic. Note: Tiri da 2: M116/30, BV 22/36; Tiri da 3: M110/22, BV 8/22, Tiri liberi: M119/20, BV 6/13; Rimbalzi: MI 24 (Tarczewski 7), BV 27 (Shengelia 9); Assist: M114 (Roll 4), BV 14 (Henry 5) Un ex terribile: Luis Scola ora veste la maglia dell'Armarli Exchange Milano Qui Brescia Coach Esposito: «Peccato il ko in Eurocup i aspetto una reazione nel derby con Varese» «Per vincere con squadre come il Kazan devi giocare bene tutta la partita e noi non lo abbiamo fatto» BASKET SERIE A La Germani Brescia si prepara alla sfida casalinga di domenica, ore 12, nel derby lombardo con la Openjobmetis Varese, ma Vincenzo Esposito deve gioco-forza riflettere ancora sul ko di mercoledì in EuroCup. Un passo falso che non fa troppo male alla classifica quello di Kazan, e che obiettivamente arriva con un avversario di altro livello rispetto alla Leonessa. «Abbiamo combattuto per quaranta minuti, giocando contro una squadra dal grande ta- Qui Cremona La Vanoli saluta Matt Tiby Inizia l'avventura di Ethan Happ L'ex Olympiacos potrebbe debuttare già domenica sera contro la Fortitudo Bologna BASKET SERIE A È arrivato nella serata di martedì il nuovo acquisto della Vanoli Cremona Ethan Happ (nella foto). Mancato l'assalto a Dashawn Stephens, che dalla Fortitudo Bologna è passato in A2 a Scafati, il club del presidente Aldo Vanoli ha messo le mani sul centro nativo di Milan, Illinois, un classe 1996 che inevitabilmente rivoluzionerà le gerarchie di Meo Sacchetti. Sicuro l'addio di Matt Tiby, pronto a fare ritorno in Ungheria. Happ potrà fare il suo esordio domenica contro la Fortitudo Bologna. Palla a due alle 19, in una domenica che vedrà Varese impegnata a Brescia alle 12, e Cantù ospitare la Virtus Roma in uno scontro diretto salvezza alle ore 17. lento, che abbiamo affrontato alla pari pertrenta-trentadue minuti - le parole di Vincenzo Esposito (nella foto) - contro un roster attrezzato e forte come quello di Kazan, per vincere è necessario giocare bene per tutti i quaranta minuti. Alla fine, invece, ci è venuta meno un po' di energia, anche perché siamo venuti qui senza uno dei nostri migliori giocatori, e abbiamo permesso all'Unics di trovare tiri facili in attacco». La differenza è arrivata dai fuoriclasse della squadra russa: «Negli ultimi sei-sette abbiamo commesso troppi errori in difesa, lasciando ai russi qualche rimbalzo in attacco di troppo - conclude Esposito - Ora testa alla prossima a partita di campionato, mentre in EuroCup abbiamo due gare casalinghe da vincere per provare a centrare il traguardo delle Top 16». Si attende intanto il volere della Procura Federale della FIP, che ha aperto un'indagine su quanto accaduto nel finale della gara di domenica tra Fortitudo Bologna e Brescia. L'organo inquirente della Federbasket difficilmente arriverà comunque alla squalifica del PalaDozza. Alessandro Luigi Maggi Qui Cremona La Vanoli saluta Matt Tiby Inizia l'avventura di Ethan Happ L'ex Olympiacos potrebbe debuttare già domenica sera contro la Fortitudo Bologna BASKET SERIE A È arrivato nella serata di martedì il nuovo acquisto della Vanoli Cremona Ethan Happ (nella foto). Mancato l'assalto a Dashawn Stephens, che dalla Fortitudo Bologna è passato in A2 a Scafati, il club del presidente Aldo Vanoli ha messo le mani sul centro nativo di Milan, Illinois, un classe 1996 che inevitabilmente rivoluzionerà le gerarchie di Meo Sacchetti. Sicuro l'addio di « Matt Tiby, pronto a fare ritorno in Ungheria. Happ potrà fare il suo esordio domenica contro la Fortitudo Bologna. Palla a due alle 19, in una domenica che vedrà Varese impegnata a Brescia alle 12, e Cantù ospitare la Virtus Roma in uno scontro diretto salvezza alle ore 17.