Dopo il successo in casa di Cantù Fortitudo, il mercato può attendere se l'Aquila resta concentrata Coach Martino utilizzerà il turno di riposo per lavorare sulle lacune messe in mostra soprattutto sotto canestro BASKET SERIE A Con le sue sei vittorie nelle prime dieci partite del campionato di serie A oggi la Fortitudo è tornata in palestra. La vittoria a Desio, nella nuova tana di Cantù ha sottolineato come la Pom-pea abbia cuore e carattere, ma abbia anche dimostrato di non avere sempre la giusta concentrazione quando gioca in trasferta. È su questo piano che lavorerà Antimo Martino {nella foto) approfittando del fatto che do- menica la squadra riposa, per cui l'allenamento può essere un po' più specifico e confrontarsi su tutti quegli aspetti che non hanno funzionato in modo soddisfacente, anche se è un po' difficile trovare difetti ad una squadra che ha come compito quello della salvezza e che fin dalla prima giornata veleggia nelle zone alte della classifica. Visti i meriti della squadra non ci saranno operazioni di mercato in questa pausa. L'impressione è se le sconfitte con Cremona e Brescia non fossero state compensate con successi quasi insperati, come quello con Milano, qualcosa si sarebbe cercato, dato che i rimbalzi sembrano essere il vero tallone d'Achille dell'Aquila. Ma il secondo tempo di Cantù ha dimostrato come a questa lacuna si possa mettere una pezza se tutti restano concentrati. Talento ed esperienza la Effe ne ha da vendere, ma senza applicazione si rischia di gettare alle ortiche impegni sulla carta abbordabili. 9 RIPRODUZIONE RISERVATA