L'ANTICIPO » Le vittorie mettono le ali: WHk 65 Happy Casa vola a Trento '}7 ¦ * Litt. Rodi a pag.29 1 À ' 4 Ir Kelvin Martin, ala statunitense di 196 cm, è nato in Germania il IO settembre 1989 e cresciuto in Georgia Happy Casa a Trento per allungare il sogno Nell'anticipo di sabato (ore 20.30), la squadra di coach Vitucci proverà ad approfittare del momento di difficoltà degli avversari reduci da 4 ko di fila tra campionato e coppa BASKET Antonio RODI BRINDISI Dopo aver dilagato contro Pistoia sprigionando (alla grande) fiducia e salute, la Happy Casa sposta il mirino sulla gara di sabato sera a Trento (ore 20,30) per l'anticipo dell'undicesimo turno del girone d'andata. Trasferta che i biancazzurri affrontano con il vento in poppa e sulle ali dell'entusiasmo per una classifica che sorride (non poco), grazie anche ad una serie di prestazioni quanto mai convincenti, lì a dare forza ad un gruppo che, con il passare delle settimane, sembra aver acquisito sempre più autostima, ma soprattutto grande maturità. Quella stessa maturità che la squadra allenata da Frank Vitucci dovrà mettere in campo a Trento, all'interno di una partita per nulla semplice, anzi. Nonostante le attuali difficoltà l'Aquila rimane sempre avversario temibilissimo, capace di accendersi in qualsiasi momento. È vero, finora ha deluso le aspettative della vigilia, registrando un percorso ben al di sotto delle attese. Fin qui i bianconeri hanno ot- tenuto solo quattro vittorie mentre sono cinque i ko subiti (stesso score di Varese), viaggiando ad una media di 78,7 punti fatti e 81,2 subiti. In casa lo score è di 2-2 (79 i punti realizzati e 77,8 i subiti), in esterna invece sono due i successi e tre i passaggi a vuoto (78,4 punti fatti e 84 subiti di media). Il momento negativo il team guidato in panchina da Nicola Brienza è sotto gli occhi di tutti, accentuato ulteriormente dall'assenza in cabina di regia di Aaron Craft fermo ai box per una lesione al menisco del ginocchio destro riportata nella gara di Eurocup contro il Buduc-nost (il playmaker di Ohio State University in questa stagione viaggia a 7,4 punti, 5,1 rimbalzi, 7,1 assist e 2,8 recuperi in 33' di media nelle sue prime 14 partite tra Serie A e manifestazione continentale). Una perdita non di poco conto, perché attualmente priva l'Aquila della sua vera testa pensante. Trento è reduce dallo stop (quasi annunciato) in casa dei tricolori della Reyer Venezia dove però Forray e compagni sono riusciti a lottare per 40 minuti con qualità e carattere, aggrappandosi al talento di Gentile e Blackmon nei momenti di maggiore difficoltà «Voglio dire bravi ai miei ragazzi perché hanno interpretato Dene la partita: non era facile contro Venezia al Ta-liercio, ma siamo rimasti uniti per tutti i 40', abbiamo giocato insieme, di squadra - sono state le parole dell nead coach trentino nell'immediato post gara in laguna -. Ci serviva dopo qualche prestazione non all'altezza da questo punto di vista, e giocando in questo modo poi è più facile che escano le individualità e i talento dei singoli giocatori. Ora dobbiamo arrivare pronti al match con Brindisi e giocare unagrande partita». Tra campionato e coppa, Trento ha una striscia negativa aperta di quattro sconfitte d i fila. Un filotto che la squadra trentina vorrà assolutamente fermare, anche perché un ulteriore passo falso complicherebbe (oltre misura) lo stato delle cose. Una partita insidiosa e tostissima, quindi, per i pugliesi che dal canto loro dovranno restare sereni e concentrati per tutti i 40 minuti, così da giocarsela a viso aperto. La larga vittoria di domenica contro Pistoia ha dato grande entusiasmo a tutto l'ambiente Mercato Varese, preso Cervi Trieste sonda Green Dopo dieci giornate dal via del campionato e nell'immediata vigil ìa dell'undicesimo turno, c'è già che pensa di apportare qualche correttivo al roster allestito in estate. Varese ha ufficializzato l'ingaggio del centro Riccardo Cervi: contratto fino al termine della stagione sportiva 2019/2020. Rumors di mercato danno invece Trieste sulle tracce del 34enne playmaker statunitense Mike Green (ex Cantù, Varese e Venezia) mentre Sassari, nel caso di partenza (che da più parti è data per molto probabile) del centro Jamel McLean, avrebbe già individuato il sostituto (l'ex cremonese MangokMathiang è uno dei nomi circolati). Senza dimenticare il fanalino di coda Pesaro (ancora a secco di vittorie), che avrebbe messo nel mirino il pivot James Thompson (11 rimbalzi di media in A2 con Montegranaro). A.Rod. @ RIPRODUZIONE RISERVATA Quotidiano i^l