BASKET Arriva la Virtus Roma Che sfida per Tambone Matteo Tambone prepara la prima sfida da professionista contro la sua società d'origine. L'esterno cresciuto nella Virtus Roma attende la visita di domenica della sua alma mater giovanile, con cui disputò qualche scampolo di finale Scudetto nel 2012/13 Sciascia a pagina 43 «Grazie Roma, ma ti batto» basket Tambone ritrova la squadra che lo lanciò: « Troppo importanti le pare in casa» Matteo Tambone è pronto per la prima sfida da professionista contro la sua società d'origine. Il 25enne esterno nato e cresciuto cestisticamente nelle file della Virtus Roma attende la visita di domenica della sua alma mater giovanile, con cui disputò da giovanissimo qualche scampolo di finale Scudetto nel 2012/13. Per il regista capitolino non si tratta della prima partita dell'ex in assoluto, ma il ritorno in A dopo 4 anni della formazione di Piero Bucchi gli proporrà il primo scontro al massimo livello contro la squadra della sua città: «E una partita che sento molto, viste le mie origini: non è la prima volta in assoluto che giocherò da avversario contro la squadra dove sono cresciuto, è già capitato ai tempi deh"A2 quando con Ravenna eliminammo la Virtus dai playoff della stagione 2016/17. Però sarà la prima in assoluto in serie A, e certamente ci sarà un'emozione particolare neh'affrontarli: non vedo l'ora di scendere in campo...». La sfida contro la matricola Virtus inaugurerà un secondo ciclo di impegni dopo il tour de force delle 6 partite ad alto coefficiente di difficoltà chiuso sabato scorso al PalaBigi: il bilancio di 2 vittorie e 4 sconfitte non è disprezzabile secondo l'esterno deiFOJM, pur col rimpianto dell'ultimo stop. «L'unico rammarico è legato alla sconfitta di Reggio Emilia: a Milano e Brescia siamo stati oggettivamente poco in partita, un po' per demeriti nostri ma anche per meriti delle avversarie. In casa abbiamo sempre disputato buone partite battendo squadre di vertice e di rango come Brindisi e Venezia; l'importante è non abbatterci per l'occasione persa sabato, alla fine del girone d'andata mancano ancora 7 partite con 4 gare casalinghe nelle prossime 6. Mi aspetto una bella reazione nella partita di domenica contro Roma che possa darci la spinta verso un dicembre ricco di soddisfazioni». Tambone ritorna sull'ultima trasferta della squadra di Caja sottolineando il rammarico del gruppo per non aver raccolto i frutti di una buona prestazione nei primi 20': «Le percentuali da fuori hanno influito, ma più di tutto hanno pesato le palle perse: decisamente troppe in assoluto, ma in particolare quelle di inizio ripresa ci hanno fatto perdere ritmo quando eravamo avanti di qualche lunghezza. La palla girava poco, nonostante tutto siamo rimasti bravi a rimanere in scia con la difesa, poi gli episodi ci hanno condannato. Dispiace perché nel complesso abbiamo giocato una buona partita, quelle palle perse ci hanno rovinato...». Tambone confida nell'aggiunta di Cervi - che però difficilmente domenica sarà pronto per debuttare in maglia biancorossa - per aumentare il volume offensivo dentro l'area di una OJM che al PalaBigi ha sprecato tanti palloni proprio nel tentativo di servire i lunghi: «Abbiamo lavorato per capire dove abbiamo commesso gli errori nel servire i lunghi neUa gara di sabato e cercheremo di non ripeterli in futuro. L'arrivo di Cervi? Sicuramente ci darà una grande mano, non solo in questo ambito offensivo: Gandini dà il massimo e prova a lottare ogni volta ma non è facile confrontarsi con atleti americani con doti atletiche di alto livello. Con un elemento della stazza e dell'esperienza di Riccardo avremo un'arma in più anche nel gioco intemo». Giuseppe Sciascia ) RIPRODUZIONE RISERVATA SERIE A/ Domenica con la Virtus all'ora di pranzo CLASSIFICA: Virtus Bo* 18; Brindisi 14; Sassari*, Milano, Brescia, Fortitudo 12; Roma, Venezia, Reggio Emilia, Cremona*, Treviso 10; Trento*, Varese* 8; Cantù* 6; Trieste*, Pistoia 4; Pesaro* 0. PROSSIMO TURNO - Sabato, ore 20.30; Trento-Brindisi. Domenica, ore 12; Varese-Roma; ore 17: Trieste-Treviso; ore 17.30: Pistoia-Venezia; ore 18: Sassari-Brescia; ore 18.30: Milano-Reggio; ore 20.15: Pesaro-Cremona; ore 20.30: Virtus-Cantù. Matteo Tambone, 25 anni, affronta per la prima volta in serie A la "sua" Roma (foia biìiz) SABATO 21 DICEMBRE (ORE 20.30) Con Cremona anticipo serale Altro anticipo serale per l'Open-jobmetis. Il derby della tredicesima di andata sul campo di Cremona si giocherà alle 20.30 di sabato 21 dicembre anziché domenica 22: esigenze televisive nell'abituale "spezzatino"del programma del weekend per anticipare la trasferta prenatalizia al PalaRadi dove sia Attilio Caja che Andrea Conti vestiranno i panni degli ex di turno. Per la doppietta casalinga di fine 2019 si annunciano invece orari favorevoli agli incassi al botteghino. Manca solo la comunicazione formale, ma è già sicura al 100 per cento, la diretta TV per l'ultima gara dell'anno solare contro Trento: la sfida alla Dolomiti Energia del 29 dicembre inizierà alle 17 con diretta su Eurosport2, ormai di casa all'Enerxenia Arena dopo i passaggi televisivi già avvenuti in occasione delle gare casalinghe contro Fortitudo Bologna, Brindisi e Venezia. Ancora non definito l'orario dell'infrasettimanale festivo del 26 dicembre contro Pistoia, ma non c'è il rischio di un avvio anticipato come il derby del Natale 2018 contro Cantù disputato alle 17. La palla a due della gara contro i toscani dovrebbe essere prevista attorno alle 18, orario favorevole per l'affluenza del giorno di Santo Stefano. © RIPRODUZIONE RISERVATA