Ce la super Serbia fra l'italbasket e i Giochi di Tokyo Gli azzurri a Belgrado con Senegal e Portorico, poi si balla Sacchetti non si dispera: «A Torino eravamo favoriti noi...» Meo Sacchetti, commissario tecnico della Nazionale di basket » ROMA L'Italbasket si giocherà le proprie chance di qualificazione ai Giochi di Tokyo 2020 nel torneo pre-Olimpico di Belgrado, in programma dal 23 al 28 giu- gno: gli azzurri, inseriti in Fascia 2, dovranno vedersela, nel primo round (Girone B), con Portorico e Senegal. Nel Girone A, i padroni di casa della Serbia, Nuova Zelanda e Repubblica Dominicana. I due girai poi si incroceranno e una sola squadra andrà a Tokyo. «Siamo stati sorteggiati con la Serbia, la squadra più titolata fra quelle che non hanno avuto accesso diretto a Tokyo -il commento del et, Meo Sacchetti - Nel nosUo primo girone siamo i favoriti, non possiamo nasconderlo. Senegal e Portorico sono due nazionali che abbiamo affrontato recentemente. Gli africani sono una squadra molto fisica. I portoricani, per come era cominciata l'ultima partita del Mondiale in Cina, potevano diventale il nostro peggior ricordo. Passiamo la prima fase, la semifinale e poi giochiamoci le nostre chance contto la Serbia. È la squadra favorita del nosuo pre-Olimpico, e gioca in casa. Ma anche nel 2016 a Torino l'Italia era favorita...». Le sei squadre di Belgrado sono state divise in due mini gironi da tre formazioni ciascuno con gare di sola andata. Le prime due classificate in entrambe i raggruppamenti giocheranno semifinali e finale. La vincente staccherà il pass per Tokyo.