IL DERBY DI OLIMPIA Messina: «Classifica bugiarda, i Reds sono estremamente solidi» Sfida con l'Olympiacos affascinante e pericolosa Il tecnico dell'AX: «Il pick and roll gestito da Spanoulis e Rochestie è tra i migliori in circolazione» BASKET EUROLEGA di Sandro Pugliese Il ritorno a casa del gm milanese Christos Stravopoulos è una delle storie principali che legano il derby di Olimpia che questa sera va in scena al Pireo. L'Armani Exchange gioca sul parquet dell'Olympiacos, casa, per 19 anni consecutivi, dell'attuale general manager milanese che proprio quest'estate è arrivato nello staff organizzato da Ettore Messina. Non il primo ritorno in patria, visto che già alla terza giornata i milanesi furono vincitori a Oaka allo scadere contro il Panathinaikos, ma certamente quello più suggestivo nel caldo Palazzo della Pace e dell'Amicizia, casa da sempre dei bianco-rossi di Atene. Non ci sarà invece l'ex Kuzminskas, volato da qualche settimana a Krasnodar, in Russia, ma ovviamente la sfida rimane affascinante. Coach Messina è tutt'altro che tranquillo: «A dispetto di quello che dice la classifica, l'Olympiacos è una squadra estremamente solida, che viene da una bella vittoria a Berlino ed è la miglior formazione dell'intera Eurolega nel gioco in post basso, con Mi-lutinov, Printezis e Rubit». L'allenatore biancorosso si preoccupa di fermare il gioco degli ateniesi alla fonte: «Il pick and roll gestito da Spanoulis e Rochestie è tra i migliori in circolazione - continua il coach nell'analisi - di conseguenza, la difesa dentro l'area sarà fondamentale per poter pensare di vincere la partita». L'anno passato fu la miglior prestazione esterna dell'Olimpia in Eurolega, il primo segnale che, quantomeno, la squadra se la sarebbe potuta giocare fino a in fondo (anche se poi non si qualificò ai playoff), ora, invece, sarà quella della maturità contro un avversario che ha vinto solo 4 partite delle prime 10 ma che, nei piani iniziali, era certamente un avversario diretto. A livello di "matchup" poi si entra nel leggendario perchè ci sarà il rinnovo della sfida eterna tra Sergio Rodriguez e Vassilis Spanoulis (9.6 punti e 3.8 assist), ossia due dei migliori registi della sto- ria della competizione, come la prima volta dello scontro tra altri due dei migliori della storia nel loro ruolo come Luis Scola e Georgios Printezis (miglior realizzatore dei suoi con 12.1 punti), perchè nel 2007 quando l'argentino iniziò la sua avventura in Nba, fu realmente il primo anno con minutaggio del greco nella sua squadra. Tra i greci, ora guidati in panchina dal lituano Kemzura che ha sostituito Blatt, la novità rispetto alla squadra affrontata in amichevole a Lucca a settembre è Taylor Rochestie (6.0 punti), che abbiamo visto anche in Italia con la maglia di Biella e Siena. Tra gli ex del nostro campionato anche Kevin Punter, l'anno scorso protagonista a Bologna di grandi sfuriate offensive. © RIPRODUZIONE RISERVATA AMARCORD PER STRAVOPOULOS Grande emozione per il nuovo gm biancorosso che per 19 anni è stato dirigente della società greca Ettore Messina sa bene cosa chiedere al suo regista Rodriguez: «La difesa dentro l'area sarà fondamentale per poter vincere»