LA LETTERA Il congedo di Mauro dal club: «Da adesso comincia una nuova fase da tifoso» TRIESTE. Un messaggio di saluto alla società, la rievocazione di anni costellati di successi e l'annuncio di una nuova fase nella veste di tifoso. Gianluca Mauro, del resto, nei suoi anni di presidenza della Pallacanestro Trieste, è stato anche, orgogliosamente, il primo tifoso della squadra di Eugenio Dalmasson. Entusiasta, passionale, vivendo con intensità le sorti della formazione biancorossa. Mauro ha affidato aUa Rete il suo messaggio di saluto che inizia parafrasando l'incipit di quella che è una delle più struggenti canzoni di Franco Battiato, la "Stagione dell'amore". Gianluca Mauro Questo il saluto rivolto da Gianluca Mauro : «La stagione del basket viene e va; i desideri e le vittorie non invecchiano mai.. .ma cambiano. Oggi, dopo tre anni, in accordo con la società finisce la mia storia dirigenziale con la Pallacanestro Trieste e comincia quella da tifoso. Una storia nata tre anni fa, che mi ha regalato un nuovo ed utile percorso professionale: in questa storia giocatori, staff, dirigenti e pubblico... tutti assieme abbiamo sognato; abbiamo sorriso; abbiamo pianto e soprattutto abbiamo vinto. Grazie a questa storia, da "furlàn" ho conosciuto Trieste e la sua gente: quella stessa gente che, oggi, saluto con orgoglio da "trie-stìn", con il nostro piccolo tricolore sul petto, quello vinto dopo la promozione in Serie A. Vi abbraccio tutti virtualmente: per me inizia una nuova vita professionale, ma quella da tifoso di pallacanestro rimane e rimarrà sempre per la nostra Trieste. Ora comincia una nuova era, e da tifoso mi piacerebbe sognare ancora, ancora ed ancora: perchè la MIA Trieste non deve essere brava; la MIA Trieste, deve essere la migliore».  7BYNCND ALCUNI CIIRITTI RISERVATI SPORT Trieste ha lo sponsor arriva da Allianz Accordo triennale il futuro è al sicuro mimano^*