Aveva giocato per Sacrati: si è appellato alla Fiba Strawberry chiede 341mila dollari Ma la Fortitudo è tranquilla DJ Strawberry (Schicchi) Come nel caso Drucker il club difeso da Grassani Sorpresa al PalaDozza: spogliatoio allagato La Fortitudo Pallacanestro 103 srl è stata citata da DJ Strawberry per un presunto debito di 341.881,54 dollari. L'organo di giustizia competente è la commissione di Appello della Fiba a cui il giocatore chiede che venga esteso alla attuale società biancoblù la sentenza del tribunale arbitrale del 31 agosto 2010 che condannava la Fortitudo Pallacanestro srl, dell'allo- ra presidente Gilberto Sacrati. Nella citazione viene anche richiesto il blocco dei tesseramenti da parte dell'attuale club biancoblù fino a quando la cifra non sarà saldata. La società del presidente Christian Pavani non ci sta, anche perchè se l'istanza fosse accolta il danno sarebbe notevole, e si farà difendere dall'avvocato Mattia Grassani che riuscì a spuntarla anche contro una richiesta analoga del coach israe- liano Sharon Drucker. Tra l'altro Strawberry, pur avendone titolo, non si insinuò nel fallimento della Fortitudo Pallacanestro e oggi vi è anche una sentenza di primo grado che costringe Sacrati a versare una provvisionale di 2 milioni di euro al curatore che si occupò della questione per iniziare a saldare la questione. Come a dire che per lo stato italiano quel debito non esiste più, e nel caso fosse esistito ci sarebbe stato un fondo a cui provare ad attingere. Nel frattempo la squadra ieri si è allenata al completo al PalaDozza, sotto lo sguardo di coach Antimo Martino, con un piccolo inconveniente. A causa di una perdita lo spogliatoio era completamente allagato e la cosa ha creato qualche problema, presto superato con il sorriso visto il buon momento del gruppo reduce dalla vittoria a Desio contro Cantù. Massimo Selleri ® RIPRODUZIONE RISERVATA