Votiamo i campioni del fair play tra sport, impresa e spettacolo Un premio speciale verrà assegnato dalla Nuova Sardegna attraverso un sondaggio on line sul sito del giornale i lettori potranno scegliere tra dieci storie che spiegano la filosofia dell'iniziativa Un bellissimo gesto di fair play nella finale scudetto vinta dalla Dinamo: Sacchetti consola Polonara » SASSARI Anche quest'anno verranno assegnati i premi "Mediterranean Fair Play Awards" a persone che si sono distinte in diversi settori per il loro contributo all'insegna dei valori del fair play, nei mondi dello sport, dell'impresa, della solidarietà sociale e dello spettacolo. L'iniziativa è promossa dal comitato italiano Fair Play. Sono previsti 3 premi speciali: il "Premio Giovanni Cherchi" destinato a un dirigente sportivo distintosi particolarmente per il fair play e dedicato al dirigente della Dinamo Banco di Sardegna prematuramente scomparso; il "Premio Mauro Piredda" che andrà a un giornalista che ha con- traddistinto la sua carriera all'insegna della correttezza e lealtà; infine il "Premio La Nuova Sardegna", che sarà attribuito a un personaggio o un episodio di sport. Il vincitore del "Premio La Nuova Sardegna" viene scelto dai lettori attraverso un sondaggio via web sul sito internet della Nuova, dove sono state selezione dieci storie di Fair Play che spiegano bene la filosofia dell'iniziativa. La consegna dei previ avverrà all'interno della serata "Insieme con le note del cuore. Musica e solidarietà in ricordo di Matteo", sabato 4 gennaio 2020 alle 21 al teatro Comunale di Sassari. Patrocinata dal Comune di Sassari, lo scorso anno la serata ha riscosso un notevole successo sia in termini di presenze sia in termini economici. L'evento ha fatto sold out sia grazie alla partecipazione di numerosi gruppi noti del panorama musicale italiano, sia grazie allo scopo nobile che l'organizzazione si è prefissata, l'intero incasso della manifestazione è stato devoluto in beneficienza alla Onlus Amici di Gianni Brundu per il loro progetto di cure palliative domiciliari per malati oncologici. L'obiettivo della seconda edizione sarà quello di raccogliere dei fondi per finanziare un progetto ideato dalla stessa associazione dal titolo "Volaere. In mongolfiera con la bussola".