Stavolta Zanotti scaccia le streghe Vuelle bersagliata: bloccato con la schiena, ha recuperato in tempo. Con Cremona rientra anche Chapman ITDirr*.__ Simone Zanotti è stato fermo qualche giorno per un blocco alla schiena BASKET Settimana complicata per la Carpegna Prosciutto: dopo Chapman, Miaschi e Tote si è fermato anche Zanotti. Un piccolo risentimento alla schiena per il lungo torinese, che non gli impedirà comunque di essere a disposizione per la sfida di domani con Cremona. «Ci siamo allenati in sei, aiutati dai ragazzi dell'Under 18 - racconta coach Federico Perego -. Il livello fisico è stato più basso, nonostante questo la squadra ha lavorato in maniera positiva cercando di focalizzarsi sull'idea di passare la palla anche quando la fisicità difensiva degli avversari è un po' più elevata». Contro Cremona dovrebbe esserci anche Chapman, ieri tornato ad allenarsi con la squadra. Non vedremo Tote: «Anche se la frattura è guarita bene - ha sottolineato il coach -, il recupero procede ancora. Mentre per Miaschi si dovrà aspettare ancora». Dopo due settimane si torna alla Vitrifrigo Arena, palla a due alle 20.15. «Cremona è una squadra in crescita, hanno fatto due cambiamenti nel roster diventando più solidi soprattutto sotto canestro». Travis Diener è dato in forte dubbio: «Il fatto che ci sia o meno cambia, ma fino ad un cer- to punto: la squadra di Sacchetti sta trovando gerarchie ben definite». Questo grazie anche agli innesti del mercato: l'arrivo di Happ ha trasformato il volto della Vanoli, che con lui è reduce da tre vittorie consecutive. «Giocano a ritmo molto alto: i due esterni portano vantaggi, l'inserimento di Sobin ha portato benefici spalle a canestro, senza dimenticare anche il neo arrivato Happ, molto solido sotto le plance. Saremo chiamati a controllare il loro ritmo, sarà necessario andare oltre le nostre difficoltà e giocare come abbiamo fatto per 18' con Trento per cercare di vincere finalmente il primo match stagionale». Sul mercato Vuelle, invece: «Da inizio anno guardiamo al mercato perché bisogna essere sempre pronti a tutto, a maggior ragione dopo la sequenza di infortuni patiti - commenta Perego -, abbiamo idee chiare sulle nostre lacune e ci stiamo lavorando, cercando di migliorare. I giocatori sotto pressione? È normale, ma lo sono più che altro per la classifica». E chiude: «La frustrazione non serve a niente, si aggiunge negativo al negativo. Superfluo dire che non siamo felici per la situazione, ma stiamo facendo tutto il possibile: bisogna lavorare e farlo forte». Per la partita con Cremona, oggi prevendite aperte da Prodi Sport, Iper Conad e in tutti i punti vendita Vivaticket. Monica Generali