Djordjevic: «Li aspetto motivati» Gaines: «Qui niente straordinari» Frank Gaines in maglia canturina la stagione scorsa contro la Virtus Gli avversari Le parole del coach serbo e dell'ex esterno canturino Nibali, campione del ciclismo, sarà l'ospite d'onore Al di là dell'attuale valore intrinseco dell'avversaria, anche i precedenti non depongono di sicuro dalla sponda di Cantù: nelle gare giocate a Bologna il conto è infatti di 62-17 a favore della Virtus. Più in generale, è doveroso rammentare come tra le due società si siano disputate due finali scudetto: quelle delle stagioni 1979-80 (Bologna 2-0) e 1980-81 (Cantù 2-1). Quanto ai due allenatori, tre i precedenti tra loro, giocati nelle stagioni 2005-06 e 2006-07 con Pancotto sulla panchina di Udine e Djordjevic su quella di Milano. Due le vittorie per l'attuale coach di Bologna e una per quello di Cantù. Aproposito del tecnico serbo, stringato il suo pensiero riguardo la partita odierna. «Cantùhafatto un colpo a Cremona e siamo consapevoli che potrebbe ripeterlo anche da noi - le sue parole -.Del resto i giocatori saranno particolarmente motivati e poi c'è un allenatore di enorme esperienza e qualità quale Pancotto». Djordjevic dà poi notizia del fatto che «Frank Gianes con un bicchiere si è tagliato un dito della mano sinistra e non si è allenato nei primi giorni della settimana. Valuteremo domani (oggi, ndr) le sue condizioni». Nei giorni scorsi l'ex giocatore canturino («quella scorsa a Cantù è stata la mia miglior stagione in Europa») ha rilasciato qualche dichiarazione in vista della sfida di oggi. «Loro sono una squadra giovane e con tanta energia, hanno giocato unabuonapartita contro la Fortitudo e saranno motivatis-simi ad affrontare la miglior squadra del campionato» haf atto presente colui che in magliabrianzo-la era ritenuto il principale terminale offensivo, mentre ora a casa Virtus ha decisamente meno palla in mano e deve concentrare la qualità in minor tempo. «Sono in due ruoli diversi - ha sostenuto -. ACantù ero playmaker, qui sono tornato a fare laguardia tiratrice. ABologna c'è molto più potenziale offensivo quindi so che non sono costretto a fare tutto quello che facevo a Cantù in attacco lo scorso anno. È bello essere in una squadra forte». Da segnalare, infine, che prima dellapallaa due verrà consegnata una maglia di Virtus Segafredo al campione di ciclismo Vincenzo Nibali, ospite speciale.