Basket serie A: ore 20,30 al PalaFiera Virtus, arriva Cantù Djordjevic chiede il decimo sigillo di Massimo Sederi ALL'INTERNO «Virtus, mi piace vincere: continuiamo così» Coach Djordjevic non si fida: «Cantù si è già imposta a Cremona ed è allenata da un tecnico di grande esperienza qual è Pancotto» di Massimo Sederi La Virtus chiude l'undicesima giornata del campionato di serie A ospitando Cantù (ore 20,30) nella nuova e risistemata struttura del PalaFiera. Questa gara apre un dicembre importante per il cammino dei bianconeri che si giocano il primato nel girone in EuroCup e che affronteranno davanti al proprio pubblico prima la Forti-tudo, nel derby che più da risalto al campionato italiano, e poi la Milano di Ettore Messina. «Non cambieremo il nostro modo di pensare - spiega il coach della V Nera Sasha Djordjevic -. Valuteremo partita per partita quella che è la condizione dei singoli senza fare piani particolari, perché le mie previsione potrebbero essere smentiti dal campo. A noi piace vincere e continueremo a provarci senza pensare troppo all'impegno successivo». La partita di oggi arriva a quasi due settimane di distanza dalla sconfitta di Andorra, con la panchina bolognese che in quella occasione decise di non schierare Milos Teodosio nel secondo tempo per stimolare tutti gli altri giocatori ad alzare il livello delle loro prestazioni ed evitare che si appoggiassero per l'ennesima volta sulle prodezze del fuori classe serbo, «lo credo che qui tutti possiamo dare di più e non mi riferisco solo ai giocatori, ma questo mio discorso comprende tutti quelli che lavorano in questo club. Sono contento di allenare questo gruppo perché i ragazzi percepiscono nel modo giusto i miei messaggi e io cerco di non esagerare. Non c'è un manuale che spieghi quando si superi il limite e il coaching si trasformi in over-coaching, ma analizziamo tanto la situazione della squadra e questo ci aiuta nel lavoro quotidiano. Non ho critiche particolari verso i singoli giocatori e sono felice di allenarli, ma resta il fatto che tutti possiamo fare di più». Venendo all'incontro odierno il pronostico è tutto a favore dei padroni di casa che sono l'unica squadra imbattuta della serie A, mentre Cantù nelle prime dieci DUBBI E RIENTRI Gaines ha riportato un piccolo incidente Nei dodici di nuovo l'ala Weems giornate di campionato ha otte- nuto solo tre vittorie. Nel turno scorso di campionato la Virtus ha riposato, mentre i brianzoli sono stati sconfitti dalla Fortitudo davanti al loro pubblico, nel palasport di Desio. «E' una gara importante per il nostro percorso, come lo sono tutte quelle che giochiamo in casa e siamo consapevoli che tutti avranno qualche motivazione in più nell'affrontarci, vista la nostra posizione. Questo non deve spaventarci, ma deve essere un campanello d'allarme per chi deve restare concentrato. Sappiamo che i nostri avversari possono vincere qui come hanno fatto a Cremona e sono allenati da Cesare Pancotto che utilizzerà la sua esperienza per metterci in difficoltà. Noi ieri abbiamo fatto il primo allenamento in Fiera». L'unico dubbio in casa Virtus riguarda Frank Gaines, ex di giornata, che ha accusato un piccolo incidente domestico, mentre in questo periodo in cui la V nera ha potuto lavorare con tranquillità Teodosio ha dovuto saltare qualche allenamento. Rispetto alle ultime uscite, però, il club potrà contare nuovamente su Kyle Weems che era tornato in patria per l'ultimo salute al padre, recentemente scomparso. Arbitrano Rossi, Baldini e Vita. © RIPRODUZIONE RISERVATA Kyle Weems, 30 anni, prima stagione in maglia bianconera (Ciamillo)