Fortitudo: Fantinelli e Aradori 'promossi' Risposte positive biancoblù: all'esordio nella nuova categoria il play non ha deluso. E l'ala ha mostrato tutta la sua classe di Massimo Seller. Squadra che si vince non si cambia. La coppia formata dall'allenatore Antimo Martino e dal general manager Marco Car-raretto, in perfetta sintonia con il presidente della società, Christian Pavani, si era data come scadenza il turno di riposo che la Fortitudo ha effettuato ieri per vedere se era necessario apporre qualche cambiamento alla Effe oppure continuare con il gruppo che era stato costruito in estate. In campo, però, la Pompea è andata così bene che alla fine la questione non è stata neppure affrontata, dopo che le due sconfitte consecutive, lo stop interno con Brescia e quello di Cremona, qualche dubbio lo avevano accesso. Sei vittorie nelle prime undici giornate di campionato sono un bel bottino per una squadra che ha come obiettivo principale quello della salvezza, anche se l'andamento è stato parecchio strano con le vittorie ottenute contro Venezia e Milano che hanno compensato le prestazio- ni al di sotto delle aspettative, sempre in trasferta, contro Varese prima e contro Roma poi. Da questo punto di vista è bene aprire una parentesi perché anche la giornata che si è chiusa ieri sera ha dimostrato quando sia difficile giocare in trasferta con Brindisi che è caduta a Trento, mentre Roma è precipitata a Varese, per cui non è stata solo l'Aquila ad avere un volto diverso a seconda che si giochi lontano dalle mura amiche o davanti al proprio pubblico. Resta il fatto che i biancoblù hanno un ritmo che è più simile a quello di una formazione che lotta per i playoff e se non ci saranno rallentamenti il traguardo della salvezza sarà tagliato prima del previsto. Nel frattempo due obiettivi secondari sono già stati tagliati. Il primo è quello di dimostrare che Matteo Fantinelli è un playmaker che può circolare in serie A senza particolari problemi tanto da prendere il posto di uno giocatore straniero in quintetto, il secondo era quello di rigenerare Pietro Aradori e anche in questo caso l'obiettivo è stato centrato con l'esterno bresciano che è il primo italiano nella classifica dei punti realizzati e allo stesso tempo è perfettamente inserito nei meccanismi della squadra producendo anche parecchie cose utili per la squadra. Oggi la Fortitudo riprenderà gli allenamenti in previsione dell'incontro di sabato (anticipo della giornata) quando al PalaDozza ospiterà Trento, un impegno importante con i bolognesi che hanno la possibilità di compiere un altro passo importante verso quello che è il vero cruccio della società: garantirsi la permanenza in serie A anche per il prossimo anno. Probabilmente in ci sarà anche brindisi al termine della giornata per festeggiare la nascita di Edoardo Lee Daniel, il figlio di Greta e del centro biancoblù Ed. 9 RIPRODUZIONE RISERVATA SABATO L'ANTICIPO Il gruppo torna al lavoro oggi per preparare la sfida contro Trento Festa per Daniel: è diventato papà Matteo Fantinelli, 26 anni, festeggiato dai suoi tifosi (Schicchi)