Due turni di squalifica a Jones L'Allianz presenta reclamo Fermati l'ala biancorossa e il veneziano Vidmar. Ammenda di 2400 euro al club Mancherà domenica a Varese. Intanto domani test a Lubiana per Hickman y* /IPT Efli KkiA^cA 1 .¦ ì$f t* Deron Washington ha già mostrato di poter rendersi utile all'Allianz Foto Silvano Roberto Degrassi TRIESTE. Due giornate di squalifica a Dequan Jones e un'ammenda di 2400 euro. Non è stata indolore la sconfitta dell'Allianz contro l'Umana Reyer Venezia. Il giudice sportivo già ieri pomeriggio si è pronunciato sull'alterco tra l'ala bianco-rossa e il centro sloveno: due giornate di stop a entrambi con la stessa motivazione. «A gioco fermo colpiva al volto un giocatore avversario ricevendo a sua volta dei colpi al viso». Non ha contato quindi che le immagini attribuiscano maggiori responsabilità al lungo dei campioni d'Italia, il primo a spintonare. Jones, peraltro, aveva già visto commutare in ammenda una precedente squalifica. L'Allianz ha già presentato reclamo contro il provvedimento nella speranza di veder dimezzata la squalifica, con Jones fermo solo in occasione della trasferta di domenica a Varese ma "graziato" in vista del successivo confronto interno con l'Armani Milano. Alla Pallacanestro Trieste è stata anche comminata un'ammenda di 2400 euro «per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per lancio di oggetti non contundenti collettivo e frequente (palle di carta) colpendo e per lancio di oggetti contundenti isolato e sporadico (monetine) senza colpire». La forzata rinuncia a Jones inevitabilmente condizionerà anche la formazione che domenica scenderà sul parquet di Masnago. Domani a Lubiana contro l'Olimpia Dalmasson potrà verificare la condizione di Ricky Hickman e cercare conferme da Deron Washington, positivo al debutto contro l'Umana con un minutaggio largamente superiore a quello preventivato. La disponibilità dei due nuovi arrivi dovrebbe far uscire dai dodici Elmo-re e Justice ma l'assenza di Jones obbligherà il coach a utilizzare uno dei due e, vista la mancanza di una guardia-ala, è possibile che venga recuperato Justice, spettatore domenica scorsa. Considerazioni che, tuttavia, non tengono conto del mercato: la società non ha mai nascosto l'intenzione di trattenere uno dei due per disporre di un'alternativa nel caso di necessità ma di fronte a offerte particolarmente allettanti diverrebbe impossibile impedire ai due giocatori un'altra sistemazione. Potrebbe invece non essere così scontata e immediata la partenza di Strautins verso Roma. Il lettone è stato im- piegato poco contro Venezia e non ci ha messo del suo per meritare più spazio ma, senza Jones e con Washington in rodaggio, è un'altra pedina di cui non c'è intenzione di privarsi a cuor leggero. Oltre a queste scelte, tuttavia, non manca il lavoro da fare. L'Allianz anti-Reyer troppe volte in attacco era svuotata, senza idee, con azioni portate al ventiquattresimo secondo senza un disegno preciso su cosa fare per attaccare la difesa lagunare. A Varese servirà di più.