IL PUNTO TRIESTE. Il Gentile omaggio di Trento, corsara nel posticipo serale sul campo della OriOra Pistoia, rende meno amaro l'inizio del girone di ritorno deU'Allianz. Sul successo della Dolomiti al palaCarrara la firma in calce dell'ala della Nazionale, protagonista di un match che, tiri liberi a parte, è stato senza sbavature. Alessandro Gentile è stato una spina nel fianco nella difesa toscana, i 30 punti segnati nei 32' giocati hanno inevitabilmente segnato una sfida che mantiene la formazione di Carrea Ale Gentile con Trento congela Pistoia a livello di Trieste. Virtus Roma, Grissin Bon Reggio Emilia e De' Longhi Treviso le rivali sulle quali, Pistoia a parte, può guardare l'Al-lianz nella sua rincorsa alla salvezza. Roma si ferma in casa al cospetto della capolista, l'uragano Virtus Segafredo si abbatte sulla capitale e il 97-68 finale è la logica conseguenza della differenza di valori espresso dal campo. Bologna chiude con percentuali da urlo e una distribuzione di tiri e punti che testimoniano il perfetto equilibrio raggiunto sul par- quet. Roma ha sofferto la forza della sua avversaria e la giornata storta dei suoi leader: se Dyson e Jefferson chiudono con 12 punti e un 4/14 dal campo per la formazione di Piero Bucchi è notte fonda. Non vince da ormai cinque turni la De' Longhi sconfitta sul campo dell'Armani al termine di un match che ha visto la formazione di Menetti cedere dopo aver retto l'impatto di Milano per tre quarti di gara. Treviso crolla nel finale, punita dalla verve di Sykes (fresco ingaggio dell'Ar- mani, già a suo agioj, ScolaeGudaitis. Scintille a Sassari dove il Banco di Sardegna la spunta in volata al cospetto di una Varese combattiva fino alla fine, fuochi d'artificio al palaDe-sio dove Cantù e Brindisi se le danno di santa ragione prima di giocarsi i due punti in un tiratissi-mo supplementare. La spunta la formazione di Vitucci che sfrutta la serata di un Banks da 32 punti in 42'. Alla squadra di Cesare Pancotto non basta la solita generosa prova di Wes Clark. L.G.