L'Olimpia sfida l'Efes in emergenza Stop per Moraschini e Brooks MILANO Doppia trasferta mediorientale per l'Olimpia: oggi a Istanbul, giovedì a Tel Aviv. Se parlassimo di salite sarebbero "hors categorie", ma Messina nel bilancio di fine andata ha chiesto di crescere in trasferta per cogliere quelle vittorie che potrebbero riconsegnare i playoff. Questa è la prima occasione per farlo, dopo i due successi con lenite Panathinaikos che hanno riportato l'Olimpia al 6° posto, con 4 punti di vantaggio sulla nona. Dall'infermeria arrivano notizie in agrodolce perchè ai recuperi di Micov e Rodriguez fanno da contraltare le notizie sugli infortuni di Moraschini e Brooks. Per la guardia uno stiramento ai gemelli del polpaccio sinistro, per l'ala stesso problema ma al bicipite femorale destro. Si parla di BENEFICENZA E SOGNI Chiude domani la gara che mette in palio la trasferta del 24 accanto ai biancorossi Rodriguez e Micov, a riposo precauzionale contro Treviso, oggi saranno in campo almeno due settimane di stop per entrambi, ma non è escluso che i tempi possano estendersi, accorciando così ulteriormente le rotazioni in Serie A, visto che comunque 4 stranieri devono rimanere fuori per regolamento. Tra l'altro, così potrebbe essere anche rivalutata la cessione in prestito di White, che sembrava diretto verso Tenerife. Qualche problema anche per la capoli- sta Efes Istanbul (15-3) che è da due mesi senza Dunston, ma ha decisamente assorbito il problema. E a proposito della capitale turca c'è tempo fino a giovedì 15 per partecipare alla gara di beneficienza su www.wishrai-ser.com per unirsi alla trasferta dei biancorossi, sempre a Istanbul prevista il 24 gennaio. Sandro Pugliese © RIPRODUZIONE RISERVATA