BASKET Openjobmetis, ora rischia Peak Dopo la partenza di Cervi, sotto la lente di ingrandimento è finito il rendimento di LJ. Peak. Sciascia a pagina 43 Peak, tre match chiave basket L'esterno rischia. Cervia Trieste, sarà subito avversario Riccardo Cervi scenderà in campo domenica ail'Enerxenia Arena. Ma con ogni probabilità con la maglia di Trieste, sua nuova destinazione se oggi si troverà la quadra sugli ultimi dettagli della sua uscita dall'accordo con l'OJM con relativo trasferimento all'Al -lianz, curiosamente proprio la prossima avversaria della formazione di Attilio Caja. La partenza del lungo di Reggio Emilia era ormai annunciata nel ballottaggio con Luca Gandini, ritirato invece dal mercato; di fatto la novità riguarda la destinazione -ancora in serie A e non in A2 a Napoli, dove è approdato l'ex bian-corosso Antonio Iannuzzi - ma per Varese conta relativamente poco. L'aspetto importante per il club biancorosso era quello di far quadrare i conti rispetto alla presenza a libro paga di due pivot di riserva, e la partenza imminente del centro del 1991 aiuterà a farlo in misura maggiore rispetto all'alternativa di liberare Gandini. Anche perché lo spazio salariale liberato - rispetto a quello che era comunque un pur limitato extrabudget per Cervi - resterà a questo punto di riserva in caso di necessità. Se le prime gare del 2020 hanno dato riscontri estremamente positivi rispetto alla posizione di Jason Clark, pur col dubbio che la guardia statunitense e Josh Mayo possano funzionare bene in coppia visto che finora alle prove brillanti di uno hanno fatto da contralto le gare sottotono dell' altro, sotto la lente di ingrandimento è finito il rendimento di L.J. Peak. I 4 falli in 8 minuti della gara del PalaSerradi- migni hanno nuovamente evidenziato le difficoltà nella gestione delle penalità dell'ala ex Pistoia, troppe volte condizionato in questo ambito nel suo già incerto rendimento esterno (8,3 punti in 24,4 minuti con 3,4 falli di media; in casa 11,6 punti in 27,6 minuti). Varese ha bisogno di continuità dai suoi uomini dello stcmingfive, ma da Peak continuano ad arrivare segnali alterni. A questo punto le prossime tre partite, dal match casalingo contro Trieste alle due sfide con le bolognesi fin attesa della decisione definitiva sulla data dell'incrocio contro la Virtus, ma le parti stanno operando in maniera collaborativa per trovare la quadra), saranno decisive per tirare le somme in vista della lunga pausa per Coppa Italia e Nazionali. L'esterno ex Georgetown University dovrà convincere nei tre impegni precedenti al mese di inattività per stabilizzare definitivamente la sua posizione. In caso contrario l'attuale uscita di Cervi tornerà utile per valutare alternative a Peak durante la pausa, tenendo sempre conto che prima di prendere l'OJM dovrà cedere (sarebbe stato così anche nel caso di Clark, qualora si fosse deciso di cavalcare l'offerta da parte di Tortona). Di certo Varese non andrà sul mercato a cuor leggero, ma solo dopo aver valutato bene prò e contro in funzione dei prossimi riscontri del campo; però rinunciare a Cervi oggi permetterà di avere un eventuale margine per operare domani. Giuseppe Sciascia m RIPRODUZIONE RISERVATA Fase di riflessione per Varese sul futuro di L.J. Peak (foto biìiz) mPREALPINAm Lavori partiti, pedoni attenti! -.:'. ~ Ecco le l'agilità del territorio SS2S3S. «unire