BIANCHI SI DIMETTE. I CLUB: RINNOVAMENTO E REGOLE Lega Basket, Sardara fra i 3 saggi La guida ora a un triumvirato con Dinamo, Bologna e Milano Il presidente di Lega Basket, Egidio Bianchi, ha rimesso il proprio mandato (in scadenza ad ottobre). L'organismo verrà guidato un triumvirato composto da Dinamo, Virtus Bologna e Olimpia Milano che avrà il compito di in- dividuare il nuovo presidente e, al contempo, affrontare le tematiche ancora aperte a partire dal nuovo bando per i diritti audiovisivi. SINIAPAGINA23 BASKET » IL FUTURO DELLA LEGA BASKET Sassari si siede al tavolo delle grandi Il presidente Bianchi rimette il mandato ai club, la Dinamo deciderà il successore insieme a Milano e Virtus Bologna di Andrea Sini » SASSARI Il presidente della Dinamo, Stefano Sardara. In alto, Egidio Bianchi Il terremoto annunciato è arrivato puntuale, ma è stato forse più indolore del previsto. Il presidente di Lega Basket, Egidio Bianchi, nel corso dell'assemblea dei club che si è svolta ieri mattina a Milano, ha rimesso il proprio mandato, la cui scadenza era prevista per ottobre. Ora la palla passa a un triun-virato composto dai presidenti di Virtus Bologna, Milano e Dinamo: Stefano Sardara e i diligenti degli altri due club -due grandi della pallacanestro italiana - si sono assunti il compito di fare una sintesi e tirare fuori un nome spendibile perla successione. Quella di Bianchi saia un'uscita tutto sommato indolore, perché anche nelle comunicazioni ufficiali non compare mai la parola "dimissioni", tanto meno "sfiducia". «I club - ha spiega la Lega con una nota - hanno preso atto di questa disponibilità e ringraziato Bianchi per il lavoro svolto in questi anni di mandato chiedendogli di rimanere in carica sino alla nuova nomina. Successivamente hanno votato all'unanimità l'insediamento di una commissione composta da Virtus Bologna, Olimpia Milano e Dinamo Sassari che dovrà individuare il profilo del nuovo presidente da presentare all'assemblea e, al contempo, affrontare le tematiche più urgenti sul tavolo: a partire dal nuovo bando per i diritti au- diovisivi del prossimo triennio sino alla modifica dello Statuto per renderlo più adeguato, con particolare riferimento alla govemance di Lega, alle rinnovate esigenze che i club hanno individuato nel corso della stessa Assemblea». Bianchi resta dunque in sella sino alla nuova nomina, ma con poteri ormai praticamente nulli. Nei mesi scorsi era spuntata la possibilità che Sardara venisse eletto alla guida della Lega, ma l'operazione andò a monte per l'opposizione di alcune società. A quel punto è iniziato quello che all'esterno è apparso un lungo tira e molla, ma che in realtà è stato con tutta probabilità un complicato lavoro di diplomazia tra i vari dirigenti. Mentre la serie A si spaccava in due blocchi e il presidente della Fip, Gianni Petrucci minacciava il ritiro delle deleghe, lo stesso Sardara (che pubblicamente aveva definito la struttura della Lega "inadeguata, immobile e senza coraggio") aveva cercato di sbloccare la situazione proponendo un nome "esterno", ovvero l'ex presidente dell'Olimpia Milano Livio Proli. Le stesse Virtus Bologna e Olimpia Milano sembravano sull'aventino, con l'amministratore delegato virtussino Luca Baraldi che aveva paventato la nascita di un "asse" Bologna-Milano. Le carte in tavola invece sembrano essere nuovamente cambiate, con la promozione dell'immagine della Lega e del basket, e la gestione dei diritti audiovisivi che restano le priorità sulle quali lavorare. Saranno questi i temi principali dei quali il successore di Egidio Bianchi, che è in carica dall'aprile 2016, si dovrà occupare, seguendo il solco che verrà tracciato dai tre club "guida". Durante la riunione di ieri l'assemblea dei club della serie A ha anche approvato ali ' u-nanimità il budget preventivo della stagione 20I9-'20, oltre ad alcune modifiche dello Statuto da sottoporre alla approvazione del presidente della Fip, Gianni Petrucci. IL COMUNICATO DELLE SOCIETÀ La commissione avrà il compito di individuare il profilo del nuovo presidente da presentare all'assemblea LA NUOVA All'isola i fondi "verdi" Uè SS '-1'1"1"!"-' , JSf . ..ML-,.,,,,,,,"!.,^ JI&?