Happy Casa-Sassari in palio la semifinale Oggi, alle ore 18, il debutto del Brindisi nella Final Eight di Coppa Italia, a Pesaro La squadra allenata da Vitucci affronta il quintetto sardo guidato da Pozzecco BASKET Antonio RODI La caccia alla coccarda tricolore riparte da Pesaro. Dopo averla sfiorata appena dodici mesi fa, la Happy Casa Brindisi rilancia la sfida. La sconfitta in finale dello scorso anno contro Cremona brucia ancora. Un traguardo (storico) che la squadra biancaz-zurra raggiunse dopo aver battuto Avellino e Sassari alla fine di due partite intense (95-92 contro gli irpini, 87-86 con i sardi). E proprio dalla Dinamo che riparte la scalata dei biancazzurri: la gara dei Quarti si gioca stasera, alle ore 18, sul parquet della Vitrifrigo Arena di Pesaro (diretta tv su Raisport, Eurosport 2 e Eurosport Player). Le sfide tra le due squadre non sono mai state banali, di volta in volta si sono arricchite sempre più di nuove sfumature. I loro cammini sono legati da una lunga serie di incroci, che affondano le radici sin dai tempi della Legadue (2009/2010) che, di fatto, ne aprirono le danze. Fu proprio allora che le due squadre si contesero a lungo la promozione nella massima serie, che alla fine portò entrambe al salto di categoria: Brindisi conquistò la promozione chiudendo in vetta nella stagione regolare, Sassari invece staccò il biglietto vincendo i playoff. L'anno successivo le due squadre diventarono avversarie dirette per la salvezza nella massima serie. Ma quella tra queste due realtà del basket italiano era una danza appena all'inizio, che avrebbe avuto altre puntate nelle annate successive. Anche le Final Eight di Coppa Italia hanno regalato incroci tra le due squadre a dir poco entusiasmanti. Nel 2013, nei quarti di finale, i sardi riuscirono ad avere la meglio sui biancazzurri con il punteggio di 98 a 96 al termine di una sfida a dir poco incredibile, che fece scorrere i titoli di coda solo dopo un over ti-me. Quindi il già citato face to fece di dodici mesi fa sui legni del "Nelson Mandela Forum" di Firenze. La squadra di Gianmarco IL match sarà trasmesso in diretta tv da Raisport HD Eurosport Player e Eurosport 2 Pozzecco arriva alla kermesse di Pesaro come seconda testa di serie del campionato e nel corso di questi anni ha dimostrato particolare "confidenza" con la manifestazione. Sono infatti otto le edizioni alle quali ha partecipato negli ultimi nove anni, saltando soltanto quella della stagione 2017/2018. Due sono i titoli conquistati (2014 e 2015), oltre ad una finale persa (nel 2017 contro Milano), due semifinali e altrettante eliminazioni nei quarti di finale. Per la Happy Casa Brindisi, invece, è la seconda partecipazione consecutiva e la sesta in totale negli ultimi otto anni (oltre ad aver raggiunto nell'edizione dello scorso anno la finale persa poi contro Cremona, i biancazzurri annoverano pure due semifinali raggiunte nelle edizioni 2014 e 2015). «Siamo due squadre completamente diverse, costruite in maniera differente con caratteristiche spiccate. Sarà una partita difficile sia per noi sia per loro, ma non ci sono partite facili in Coppa Italia», le parole di coach Gianmarco Pozzecco. Formazioni Banco di Sardegna Sassari: 0 Spis-su, 31 Vitali, 21 Pierre, 11 Evans, 2 BiLan. In panchina: 7 Bucarelli, 8 Devecchi, 15 Magro, 22 Gentile, 23 Coleby, 55 Jer-rells. Ali.: Gianmarco Pozzecco. Happy Casa Brindisi: 15 Thompson, 0 Banks, 1 Martin, 33 Stone, 00 Brown. In panchina: 2 Sutton,, 6 Zanelli, 8 Guido, 10 Gaspardo, 12 Campogrande, 18 Cattapan, 35 Ikangi. Ali: Frank Vitucci. Arbitri: Lanzarini, Vicino, Bartoli. S RIPRODUZIONE RISERVATA Il programma QUARTI DI FINALE Ieri Milano-Cremona (1) 86-62 V.Bologna-Venezia (2) 81-82 Oggi Sassari-Brindisi (4) ore 18.00 Brescia-F.Bologna (3) 20.45 SEMIFINALE Sabato15/02 Milano Venezia Vincente Quarto di finale 3 Vincente Quarto di finale 4 FINALE Domenica 16/02 Vincente Semifinale 1 Vincente Semifinale 2 © RI PRODUZIONE RISERVATA L'esodo biancazzurro In 500 per sostenere la banda di Marino BRINDISI Saranno almeno 500 i tifosi della Happy Casa Brindisi presenti stasera presenti nella Vitrifrigo Arena di Pesaro per il quarto di finale contro la Dinamo Sassari. Un numero di supporters che, ovviamente, è destinato ad aumentare nel caso in cui la formazione biancazzurra dovesse conquistare la semifinale. Numeri importanti, che non sorprendono. La tifoseria biancazzurra ha già dimostrato nel passato il pro- prio attaccamento alla squadra del cuore. Il più recente è quello dello scorso anno a Firenze dove, in occasione della finalissima contro la Vanoli Cremona, furono più di 2000 i tifosi che attraversarono lo stivale. Un torpedone di auto è pronto a raggiungere Pesaro, ma in tanti si sono organizzati con altri mezzi per arrivare nella città marchigiana ed essere così al fianco dei loro beniamini. La distanza non eccessiva aiuta, e non poco. L'entusiasmo in città si taglia a fette, l'attesa cresce con il passare delle ore. E non potrebbe essere altrimenti. La Happy Casa edizione 2019/2020 sta facendo letteralmente impazzire di passione un'intera città grazie ai risultati fin qui ottenuti (su tutti la prima, storica, vittoria esterna sul campo dell'Olimpia Milano). Anche stavolta Brindisi vuole lasciare il segno proprio come ha fatto lo scorso anno a Firenze. A.Rod. © RIPRODUZIONE RISERVATA Kelvin Martin in azione; a sinistra, coach Frank Vitucci