basket. Oggi quarti di finale delta Coppa Italia che Sassari ha vinto 2 volte Dinamo, un passo alla volta Contro Brindisi comincia il cammino neLLa Final Eight CAPITANO Jack Devecchi, 34 anni, al centro, ha già vinto La Coppa Italia con La Dinamo nel 20x4 e 2015 COSI I QUARTI Risultati: Mila no-Cremona 86-82; Virtus B0L0-gna-Venezia 81-82 dts Oggi 20.45: Brescia-For. Bologna Sassari. Sassari l'ha vinta già due volte, nel 2014 e HO15, ma per una curiosa coincidenza a parte Jack Devecchi e Daniele Magro tutti gli altri giocatori e il coach Gianmarco Pozzecco non hanno mai vinto la Final S, pur avendo incamerato altri trofei italiani 0 di altre nazioni. Uno stimolo in più per il quarto dì finale stasera a Pesaro contro 1'-HappyCasa Brindisi (ore 18) dove il Baneo dì Sardegna avrà almeno un centinaio di tifosi a supporto. Inutile fare pronostici, perché come osserva il capitano Devec-chì, veterano del match con le sue 15 presenze «conta l'adrenalina in un torneo di quattro giorni con gare secche». L'naullu voJla Vietato andare oltre la partita odierna e ipotizzare chi sia meglio affrontare in semifinale, se Brescia o la Fortitudo Bologna. L'attenzione deve essere tutta per la partita contro una rivale ormai storica e mai battuta facilmente, come dimostrano i recedenti del duello iniziato nella stagione 3009/10 per la promozione in serie A e la Coppa Italia di A 2. Bisogna vincere ma provare pure a gestire lo sforzo fisico. Anche perché le ie vincenti di oggi nei quarti non avranno un giorno di riposo come chi ha giocato ieri. Il confronto Brindisi ha più atletismo e rapidità. Vietato tenere i ritmi alti e rientrare male in difesa, altrimenti la formazione pugliese sì esalta in contropiede e in situazioni dinamiche. Brown gioca da "5" ma ha il fisico e la conformazione fisica dell'ala, così come Stone, mentre Sutton non arriva neppure a due metri ma ha grandissima aggressività dentro l'area. Scordarsi la gara dell'andata di campionato, vinta peraltro a fatica dalla Dinamo 83-77: allora mancava l'ala Martin, uno da 9 punti e 7 rimbalzi, e non era stato ancora tesserato Sutton, il cui contribu- to va ben oltre i 7 punti e quasi 6 rimbalzi. La formazione di Pozzecco ha sicuramente più tecnica e più stazza dentro l'area, con Bì-lan, ma anche Coleby, chiamato a fornire sostanza a rimbalzo e come intimidazione in difesa per non far esaltare i "lunghi" avversari, agili e verticali. LdtdUVsa Invece tra gli esterni va ricordata la presenza del capocannoniere del campionato: la guardia Banks, che ha 21 punti per gara col 41% da tre, 1*87% ai liberi e - attenzione- ben 4,5 assist a dimostrazione di quanto sappia costruire per i compagni. Ma se Banks è praticamente immarcabile (mai sceso sotto i 16 punti), meglio concentrarsi sugli altri, anche perché ci sono pure il play-guardia Thompson che sfiora i 12 punti con un ottimo 46% da tre e L'alapì-vot Gaspardo. U coach Frank Vitucci (anch'egli co- me il collega mai vittorioso in Coppa Italia) ruota anche dieci giocatori proprio per tenere alti ritmi e intensità, È la difesa della Dinamo che può fare la differenza, perché il potenziale offensivo è simile, ma Spìssu e compagni riescono a proteggere meglio il proprio canestro subendo 6 punti in meno a partita. Giampiero MarraB